domenica 26 luglio 2009

CIAMBELLA DELLA SALUTE

La scorsa settimana è stata davvero durissima sotto ogni punto di vista…difficile sia per l’eccessivo caldo che per gli eccessivi impegni lavorativi. Il caldo mi ha tenuta lontana dal forno e mi ha persuasa nel non accenderlo, mentre il lavoro ha esaurito ogni mia riserva di energia. Quotidianamente faccio il conto alla rovescia dei giorni che mancano alle attesissime ferie, quello che mi ha fatto andare avanti è stata la parola penultimo…penultimo giovedì…penultimo venerdì….forse sono esagerata, ma dopo un anno di lavoro sono proprio alla frutta! Credo che quindici giorni siano pure pochi…ma ahimé devo accontentarmi.
Questa settimana, sicuramente, riuscirò ad andare avanti con la parola ultimo…ultimo lunedì…ultimo martedì…

Nonostante tutto, mi sono fatta coraggio e, con mio grande stupore, sono riuscita ad accendere il forno! Vi consiglio però di appuntare gli ingredienti e magari rimandare a giorni meno caldi di questi.
Per questa ricetta ringrazio Dolcetto, senza di lei non sarei mai riuscita a preparare questa meraviglia di ciambella. Ho usato per la prima volta l'avena e la crusca in un impasto e, devo ammettere che, il risultato mi ha soddisfatta parecchio, soprattutto per l'avena. Mi piacciono gli ingredienti semplici e le ricette poco elaborate….quindi potete capire come per me questo dolce sia stato amore a prima vista! A casa è stata apprezzatissima soprattutto da mia madre. Adesso sarà sicuramente tra le torte e le ciambelle che preparerò di solito!!! Mi piace davvero tanto! Grazie Dolcetto!!!!!...

La ricetta originale la potete trovare qui:

http://ladolcetteria.blogspot.com/2007/10/ciambella-di-crusca-avena-e-mele.html . L'ho ribattezzata Ciambella della salute per via dei buoni ingredienti presenti!!!!...


Ingredienti per uno stampo a cerniera da 26 cm :

-280 gr. di farina “00”
-1 yogurt bianco da 125 gr. (intero o magro)
-3 cucchiai di latte
-4 cucchiai di olio
-200 gr. di zucchero di canna
-2 cucchiai di miele scuro
-2 uova intere
-80 gr. di crusca
-acqua calda quanto basta (mi regolo ad occhio, dovrebbe bastare ad ammollare la crusca)
-100 gr. di fiocchi d’avena
-1 cucchiaino di cannella in polvere
-1 bustina di lievito per dolci vanigliato
-1 pizzico di sale
-2/3 mele golden

Pesare la crusca e i fiocchi d’avena e metterli in due recipienti diversi.
Riscaldare l’acqua in un pentolino e versarla all’interno della ciotola contenete la crusca, lasciando il tutto in ammollo per una decina di minuti coprendo con un piattino. Versare nel recipiente contenente i fiocchi d’avena lo yogurt, mescolare e mettere anche questo da parte. Più tempo trascorre è meno risulteranno croccanti nella ciambella una volta cotta.

Usando una frusta elettrica montare le uova intere con lo zucchero fino a farle diventare chiare e spumose. Aggiungere il pizzico di sale, i cucchiai d’olio, i cucchiai di miele, i cucchiai di latte. Unire la crusca e i fiocchi d’avena mescolati con lo yogurt. Amalgamare bene il tutto. Setacciare la farina, il lievito e il cucchiaino di cannella all’interno del composto e mescolare.

Privare della buccia le mele e tagliarle a pezzi non troppo piccoli, unire e mescolare il tutto con l’aiuto di una spatola. Versare l’impasto all’interno dello stampo imburrato ed infarinato. Cuocere in forno già caldo a 170° per circa 40 minuti.

Fare attenzione alla superficie, la ciambella è pronta quando inizierà a diventare dorata, comunque eseguire sempre la prova dello stuzzicadenti. Ottima a colazione!!!


UN ABBRACCIO e BUON INIZIO SETTIMANA A TUTTI!!!

venerdì 24 luglio 2009

PREMI PER ME

AMICI PER LA VITA



Giorni fà ho ricevuto due inaspettati premi!!!! Scusate la contentezza, ma è la prima volta che li ricevo e, non uno, ma DUE! Ammetto che ancora non mi sembra vero…. Li ho ricevuti dalla carissima Armanda (http://fantasiedelizienonsolo.blogspot.com/)! (Approfitto per scusarmi con lei per non averla ringraziata prima!....SCUSA ARMY CARA)
Mi ha fatto un enorme piacere… questi sono stati giorni stressanti e vedendo questi premi sull’amicizia mi sono commossa!....
Ebbene si, Armanda è riuscita a commuovermi….penserete con solo dei premi!?... Rispondo di si…perché donandomeli ha pensato a me!
Adesso dovrei girarli ad altri blog, ma la scelta è veramente gravosa e, ad essere onesta, preferirei non farlo per timore di deludere qualcuno. Amo troppo visitare e lasciare commenti in giro, sarebbe troppo difficile assegnarli!
Scelgo perciò di premiare tutte! Questo però permettetemelo: premiare in particolare Geillis (http://laforestaincantata.blogspot.com/) per un semplice motivo: mi ha aiutata ad inizio blog, quindi come non assegnarle un premio che si basa proprio sull'amicizia!!!!!!!!
Scelgo inoltre di premiare tutti coloro che credono in questo sentimento!

mercoledì 15 luglio 2009

BISCOTTI ...CON LA SPARABISCOTTI

Sono così contenta…ma proprio così contenta che non saprei dirvi quanto! E’ accaduto tutto andando a fare la spesa per l’intera settimana al centro commerciale più vicino casa e, ad un certo punto, ho adocchiato, nel reparto casalinghi, proprio questo piccolo ma utilissimo arnese da cucina: il forma-biscotti o spara-biscotti! Meraviglioso… semplicemente meraviglioso…Si tratta di una specie di siringona munita di maniglia centrale con la quale è possibile formare biscotti di varie forme. Scusate se mi lascio trasportare così tanto dall’entusiasmo, ma dopo… non ricordo più nemmeno io… il numero esatto di tentativi per preparare dei biscotti decenti, potete ben capirmi. Sono riuscita a fare in fretta dei bei biscottini decorati senza avere nemmeno tanta praticità!
Devo però specificare che per utilizzarlo si deve trovare un impasto adatto. Ebbene è così, l’impasto deve essere molto simile a quello della pasta frolla, deve risultare morbido ma non troppo. In compenso i biscotti sono velocissimi da preparare perché l’impasto si “spara” direttamente su una teglia antiaderente non imburrata ed infarinata e, non occorre nemmeno la carta forno!








Ingredienti per circa 50 biscotti:

- 230 gr. di farina “00”

- 80 gr. di zucchero semolato

- 50 gr. di burro

- 1 uovo intero

- 1 cucchiaino di lievito per dolci vanigliato

- la scorza grattugiata di un limone non trattato

- un pizzico di sale


Usando una ciotola cercare di montare per bene il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungere l’uovo, la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale e mescolare con l’aiuto di una forchetta.
Unire la farina, il cucchiaino di lievito, questa volta mescolare anche senza l’aiuto della forchetta, andranno benissimo le mani.
Scegliere il dischetto metallico che si preferisce, mettere l’impasto nella spara-biscotti e sparare direttamente sulla teglia antiaderente e non imburrata.


Cuocere in forno già caldo a 170° per 15 minuti circa fino a doratura. Si conservano benissimo all’interno di una scatola di latta anche per diversi giorni.

Come già detto, non occorre la classica procedura di imburrare ed infarinare la teglia usata, tanto i biscotti non si attaccano neppure dopo cotti.
Sicuramente ne farò altri con altre forme…e perchè no...provando altri impasti!

Buoni da offrire:



Buoni per la prima colazione:






martedì 14 luglio 2009

OGGI SCIOPERO


14 LUGLIO - SCIOPERO DEI BLOGGER ITALIANI CONTRO IL DECRETO ALFANO

Adesione all'appello di Diritto alla Rete contro il DDl alfano che imbavaglia la Internet italiana


sabato 11 luglio 2009

MUFFIN DI CAROTE ALL'AMERICANA

In origine questa ricetta, alla quale sono particolarmente legata, era una torta :“Torta di carote all’americana”. La trovai anni fa scritta su una rivista, anch’essa molto cara, e da allora non l’ho più abbandonata continuando a prepararla spesso. Ricordo ancora la prima volta che la vidi mentre distrattamente ne sfogliavo le pagine e, mi colpì subito per la presenza delle carote nell’impasto, verdura a me molto gradita. Era uno dei primi anni di università!...adesso potete ben capire il motivo di così tanto attaccamento, bei tempi quelli! Ogni volta riaffiorano alla mente tanti di quei ricordi ed emozioni purtroppo ormai lontani che mi fanno commuovere sempre perché consapevole che quei periodi appartengono solo ad un tempo passato.

Sono stati anche anni nei quali mi sentivo “ingarbugliata”, nei quali non ero più in grado di ritrovare il centro di una matassa fatta di pensieri che si accavallavano e s’intrecciavano in un’infinità di “devo”, “ma”, “se”...in quei momenti non riuscivo più a capire cosa era giusto per me e non ero più in grado di scegliere. Mi ha aiutata moltissimo una metafora new age : “nuotare in un fiume controcorrente”. Nuotare con l’acqua che invece di aiutarti si oppone al tuo procedere, è una vera e propria fatica! Quando ci si rende conto di essere in questa situazione, nella quale a forza di pensare ci si ritrova sempre allo stesso punto, sempre più confusi, dobbiamo visualizzarci nel fiume nuotando contro la corrente scegliendo di smettere di “forzare”…allora girandoci sul dorso e facendo il morto dobbiamo lasciarci trasportare dalla corrente, abbandonati. L’acqua del fiume sostiene il nostro corpo rilassato, le braccia e le gambe distese, la testa morbida. Si smette di lottare e ci lasciamo trasportare dalla corrente che si muove lentamente ma inesorabilmente, calma e sicura. Si deve mantenere l’immagine fino a quando tutto si acquieta, fino a quando il fiume non trasmette la sua calma e la sua forza, e si sa per certo che ci porta alla meta. Ho voluto farla conoscere anche a voi, perché credo che ognuno nella propria vita abbia attraversato un momento simile…mi ha aiutata e spero vi sia piaciuta!

Per questa ricetta uso degli stampini per muffin solo per poter ottenere un risultato più alto e soffice, comunque credo che se si usasse una teglia di diametro 20 cm verrebbe ugualmente alta.
Sono nutrienti grazie alla presenza delle carote e, leggeri grazie alla presenza dell’olio, direi ideali per una sana e prima colazione, aspetto che ormai credo mi contraddistingua.




Ingredienti per circa 9 muffin:

-300 gr. di farina “00”;
-300 gr. di carote grattugiate;
-3 uova intere;
-120 gr. di zucchero semolato;
-60 gr. di olio;
-un pizzico di sale;
-1 bustina di lievito per dolci;
-1 cucchiaio di cannella in polvere.

Lavare per bene le carote, grattugiarle in maniera grossolana in una ciotola e metterle da parte. Usando una frusta elettrica lavorare le uova intere con lo zucchero fino a farle diventare chiare e spumose. Senza smettere di mescolare aggiungere a filo l’olio e il pizzico di sale. Unire in una ciotola la farina, il cucchiaio di cannella e il lievito per dolci, ed aggiungere il tutto all’impasto principale, quello delle uova montate con lo zucchero, setacciando. Aggiungere le carote grattugiate. Versare il composto negli stampini ben imburrati ed infarinati (io ho usato la carta forno).

Cuocere in forno già caldo a 160°/170° per circa 35/40 minuti. Lasciare raffreddare negli stampini prima di sformare.





UN ABBRACCIO e BUON FINE SETTIMANA A TUTTI!!!

domenica 5 luglio 2009

TORTA STREUSEL DI MELE

Non potendo uscire magari per andare finalmente al mare, colpa di questo maledetto tempaccio, ho deciso di preparare qualcosa di buono…ammetto è stato anche per rifarmi della settimana passata praticamente a digiuno!
Adoro le mele e avendone ancora qualcuna a casa ho scelto questo tipo di torta, speciale ed assai buona e delicata per la presenza della copertura molto gustosa, profumata e friabile. Solo successivamente ho scoperto che la copertura, chiamata streusel, non è altro che il classico crumble (dall’inglese to crumble che significa sbriciolare, sgretolare). Ad essere sincera ero inizialmente un po’ scettica, per via della presenza del burro sulla copertura, non amo torte e ciambelle eccessivamente cariche e, questa, infondo non ne contiene moltissimo, quindi perché non provarla!
A casa è sparita in giornata!



Ingredienti per una teglia di circa 26 cm di diametro (va benissimo anche di diametro inferiore):

-220 gr. di farina “00”;
-60 gr. di zucchero di canna (io ho usato un tipo scuro e biologico) ;
-60 gr. di zucchero semolato (oppure è possibile utilizzare solo 120 gr. di zucchero di canna);
-2 uova intere;
-60 gr. di olio;
-un pizzico di sale;
-2 cucchiai di latte;
-1 cucchiaino di cannella in polvere;
-1 bustina di lievito per dolci vanigliato
-2/3 mele renette (non trovandole io ho messo le golden).

Copertura streusel:

-80 gr. di farina “00”;
-40 gr. di zucchero di canna;
-40 gr. di burro.

In una ciotola preparare la copertura streusel lavorando grossolanamente con le dita la farina setacciata, il burro e lo zucchero fino a formare delle grosse briciole irregolari, e mettere da parte.
Usando una frusta elettrica montare le uova intere con gli zuccheri fino a farle diventare spumose.


Continuando a mescolare, aggiungere l’olio a filo, il pizzico di sale e i due cucchiai di latte. Setacciare la farina con la cannella ed aggiungere al composto principale delle uova.

Versare il composto nello stampo e livellare bene la superficie. Coprire il tutto con le mele affettate.

Spolverizzare con lo streusel.
Cuocere nel forno già caldo a 160° per circa 30 minuti, finché la torta non sarà dorata e soda al tatto. Lasciare raffreddare nello stampo prima sformare. Se volete potete spolverizzare la superficie con lo zucchero a velo.


Scusate per le foto! Un abbraccio!!!

venerdì 3 luglio 2009

SCUSATE LA SEMPLICITA’

Lo riconosco è il primo più semplice che ci sia! Scusate la semplicità ma non è stata una bellissima settimana …ESTRAZIONE DENTE DEL GIUDIZIO! Ho sentito la necessità di ritornare alle cose semplici, non elaborate e soprattutto che fossi in grado di mandar giù.
Senza esagerare sono stata due giorni senza mangiare niente….poi yogurt….poi gelato….e poi questa meravigliosa pasta al sugo di pomodoro fresco e tanto, tanto basilico!
Tralascio le complicazioni dell’estrazione………povera me! Dovrò rifarmi assolutamente nel fine settimana, per adesso mi tocca questo……

Ingredienti per quattro persone:

- 350 gr. di spaghetti di grano duro;
- 1 cipollotto fresco;
- 4- 5 pomodori rossi freschi;
- Basilico;
- Sale q.b.
- Olio extra vergine d’oliva.

Portare ad ebollizione l’acqua e cuocere gli spaghetti. Spellare i pomodori immergendoli, usando un’altra pentola, in acqua bollente per pochi minuti e subito dopo in acqua fredda e tagliarli a cubetti. In una padella antiaderente fare rosolare il cipollotto tritato in due cucchiai d’olio. Versare i cubetti di pomodoro, un pizzico di sale, e fare cuocere per pochi minuti.
Scolare la pasta e saltarla in padella aggiungendo il basilico tritato.
Lo riconosco: troppo semplice ma tanto buono!

UN ABBRACCIO!!!