domenica 30 agosto 2009

TORTA DI PESCHE

Oggi il caldo è stato talmente tanto insopportabile che accendere il forno non è stato davvero possibile! Per non aggiungere la brutta mattinata che ho trascorso…il mio computer non voleva proprio funzionare!!! Portato immediatamente in riparazione ma credo che la soluzione del problema sia solo temporaneo…vedremo…
Questo è il terzo dolce che avevo preparato domenica scorsa!



Ingredienti per una teglia da 26 cm di diametro:

- 300 gr. di farina “00”
- 170 gr. di zucchero semolato
- 2 uova intere
- 125 gr. di yogurt bianco (magro o intero è lo stesso)
- 50 gr. di olio
- un pizzico di sale
- 1 bustina di lievito per dolci vanigliato
- la scorza grattugiata di un limone biologico

- 4/5 pesche fresche abbastanza grandi

In una ciotola, con l’aiuto di una frusta elettrica, montare le uova intere con lo zucchero fino a farle diventare chiare e spumose.
Aggiungere a filo l’olio senza smettere di mescolare. Unire il pizzico di sale, lo yogurt e la scorza grattigiata del limone. Infine setacciare sul composto la farina e il lievito, mescolare amalgamando per bene tutti gli ingredienti.
Sbucciare le pesche e tagliarle a fette non troppo sottili, aggiungerle al composto principale e mescolare delicatamente il tutto.
Rivestire la teglia con della carta forno bagnata e strizzata. Versare il composto all’interno della teglia. Cuocere in forno già caldo a 160/170° per circa 30 minuti.

BUONA DOMENICA A TUTTI! UN ABBRACCIO

giovedì 27 agosto 2009

CROSTATA DI PESCHE

Come promesso ecco un altro dolce con le pesche preparato domenica scorsa… credo che il secondo miglior modo per utilizzare la marmellata sia quello di usarla come fondo della crostata! Il primo, per me, rimane quello di mangiarla sulle fette di pane o sulle fette biscottate per poterne meglio apprezzare il sapore ... Ormai sono organizzata, se durante la settimana il tempo per preparare un dolce scarseggia (a casa occorre sempre averlo per i momenti no), allora l'unica soluzione è quello di prepararne più di uno ...



Ingredienti per la preparazione della frolla:

- 280 gr. di farina “00”

- 100 gr. di zucchero semolato

- 60 gr. di burro

- 1 uovo intero

- 1/ 2 bustina di lievito per dolci vanigliato

- la scorza grattugiata di un limone non trattato

- un pizzico di sale


Ingredienti per la preparazione della confettura: vedere qui.

Per la frolla:
Unire la farina e la mezza bustina di lievito vanigliato. Togliere dal frigo il burro in modo che si ammorbidisca ma non troppo.

Setacciare la farina a fontana sulla spianatoia e formare un vuoto al centro dove disporre lo zucchero e il burro tagliato a pezzetti. Con le dita sbriciolare velocemente il burro con lo zucchero amalgamandoli per bene.

Aggiungere l’uovo e mescolare con l’aiuto di una forchetta, unire la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale Lavorare per bene il tutto finchè l’impasto non risulterà ben liscio.





Far riposare la frolla per mezz’ora in frigo, oppure come ho fatto io stenderla subito con l’aiuto di un matterello leggermente infarinato su un foglio di carta forno, lasciando una piccola quantità da parte per la finitura.


Dopo aver steso la frolla metterla all’interno di uno stampo da crostata precedentemente imburrata ed infarinata.

Tagliare a fette le pesche. Stendere la marmellata sulla base della crostata e sistemare sopra le fette di pesche disponendole a raggiera.



Con la restante parte della pasta frolla tirare con il matterello e, con la rotella ondulata, ritagliare delle strisce larghe circa un centimetro e disporle lungo il perimetro della crostatiera.
Infornare a 160° per circa 20/25 minuti



A presto con il terzo dolce alle pesche!!! Ultimo purtroppo...Ciao un abbraccio a tutti!

domenica 23 agosto 2009

CONFETTURA DI PESCHE

Dopo il successo avuto a casa della confettura di albicocche ho pensato di ripetere l’esperienza e di provare a farla con le pesche. Dolci, profumate e gialle come il sole, per questo ringrazio il mio grande ed unico albero del mio giardino, quello che si trova nel mio piccolo orticello. In realtà ce ne sono due però l’altro non è riuscito a farne neanche una, una vera disgrazia!

Questa è la mia seconda esperienza in fatto di marmellate… o meglio di confetture! Da quello che ho capito la differenza esiste ed è pure stabilita dall’ Unione Europea!!! Si parla di marmellata quando viene preparata usando gli agrumi, mentre si parla di confettura quando viene usata un qualsiasi altro tipo di frutta, inoltre la differenza si trova anche nella percentuale di frutta usata, almeno il 20% per la marmellata e il 35% per la confettura!

Oggi, dopo essermi alzata di buon’ora e aver raccolto le pesche, ho passato quasi l’intera giornata tra forno e fornelli…lo so, lo so… con oltre 30°non avrei dovuto farlo! Ma non ha sofferto nessuno perché, chi per un motivo e chi per un altro, a casa sono rimasta solo io con la cucina a mia completa disposizione! Nemmeno Nico è rimasto…è stato l’intera giornata in giardino rientrando solo per il pranzo!!!!!
Non mi sono limitata solo alla marmellata e, dando il meglio di me stessa, ho preparato altri dolci sempre a base di pesche. Le altre ricettine le posterò poi durante la settimana….


Ingredienti:

-1 kg di pesche, prive di nocciolo e buccia
- 400 gr. di zucchero semolato
- 1 mela (ho usato una golden)
- succo di mezzo limone

Lavare per bene le pesche, privarle del nocciolo e della buccia, infine tagliarle a pezzi. Metterle all’interno di una pentola a doppio fondo. Il doppio fondo è importante perché durante la cottura potrebbe esserci il rischio di eventuali bruciature dovute alla frutta che si attacca sul fondo della pentola, perciò, oltre a questa precauzione, è bene anche mescolare durante la cottura in particolare più frequentemente verso la parte finale. Aggiungere lo zucchero e il succo del limone, mescolare il tutto e lasciare riposare almeno un’oretta.

Mettere la pentola sul fuoco e aggiungere la mela a pezzetti. Inizialmente non avevo intenzione di metterla e, invece, devo dire che è stata una decisione azzecatissima dell'ultimo minuto. Credo abbia fatto da pectina! Infatti nel caso della marmellata alle albicocche non ne ho avuto la necessità perchè non le avevo sbucciate, in questo caso si, avendo tolto la buccia alle pesche! In questo modo il tempo di cottura si riduce di molto.

Cuocere a fuoco moderato per circa un’ora e mezzo, forse anche meno, dall’inizio della bollitura, o finchè non raggiunge la consistenza ottimale desiderata. Questa volta per controllare la consistenza ho fatto la famosa prova del piattino. La prova consiste nel versare un cucchiaino da caffè delle confettura su un piatto freddo, inclinarlo per verificare se risulta compatta e se tende scivolare o meno, se non scivola significa che è possibile invasettarla.
Togliere dal fuoco e travasare subito la marmellata nei vasetti, chiudere e capovolgere. I vasetti li ho lasciati capovolti come al solito tutta la notte, ma è sufficiente anche un paio d’ore, tempo sufficiente a far formare il sottovuoto.
La marmellata è pronta! Con 1 kg di frutta vengono circa 2 vasetti da 330 gr.
I vasetti e i coperchi li ho sterilizzati nel classico modo, ossia li ho lasciati bollire per qualche minuto in una pentola capiente per poi lasciarli asciugare per bene.

Un bacione e UN ABBRACCIO a tutti!

sabato 22 agosto 2009

BELLISSIMI PREMI PER ME

PREMIO BLOG MAGICO

Belli vero? Mi sono subito piaciuti non appena li ho visti … Ringrazio di cuore Armanda che ha pensato di donarmeli! Trovo che quando delle persone pensino a te faccia sempre un immenso piacere! Il primo viene direttamente dal Brasile!!!! ...Accidenti... adesso il difficile compito di passarli ad altre 12 persone... chi scegliere questa volta? Come al solito non me ne vogliano gli altri, il mio elenco sicuramente è molto molto più lungo!!!!!
Non ho inserito tanti altri nomi e di questo mi dispiace ... perciò voglio aggiungere che vi ringrazio di cuore per tutte le volte che, passando nella mia piccola ed inesperta cucina, vi siete fermati anche solo per un istante...grazie di cuore! UN ABBRACCIO

mercoledì 12 agosto 2009

PLUM CAKE INTEGRALE CON PRUGNE

Ed ecco un’altra ricetta “della salute” per via della farina integrale e della frutta fresca di stagione…. Per questo plum cake ho usato delle prugne profumatissime e dal bel colore scuro, provenienti dall’albero in giardino dietro casa! Non credevo che con pochi e semplici ingredienti si potesse ottenere un plum cake molto soffice e ottimo per una prima e sana colazione.



Ingredienti per uno stampo da plum cake da 27 cm:

- 100 gr. di farina integrale
- 200 gr. di farina “00”
- 2 uova intere
- 150 gr. di zucchero semolato
- 1 tazzina da caffè di olio
- 3 tazzine da caffè di latte
- 1 bustina di lievito per dolci vanigliato
- succo e scorza di un limone non trattato
- un pizzico di sale
- 10 prugne fresche

Lavare, privare della buccia e tagliare a pezzettoni le prugne. Metterle all’interno di una ciotola e aggiungere due cucchiai di zucchero, mescolare e lasciarle macerare per una decina di minuti.

Usando una frusta elettrica, montare le uova intere con lo zucchero fino a farle diventare chiare e spumose, aggiungere a filo l’olio della tazzina da caffè, il pizzico da sale, la buccia grattugiata e il succo del limone biologico.
Setacciando, aggiungere poco per volta le due farine unite al lievito per dolci vanigliato, alternandole alle tazzine da caffè di latte, in modo da avere un composto soffice.
Imburrare ed infarinare uno stampo da plum cake da 27 cm.
Versare un po’ più della metà del composto all’interno dello stampo, mettere parte delle pugne, coprire con il resto dell’impasto e finire di decorare la superficie con i pezzi di prugne rimanenti.
Infornare a forno già caldo a 170° per circa 40 minuti. Il tempo dipende dal tipo di forno che si ha, consiglio di fare sempre la prova dello stuzzicadenti.

UN ABBRACCIO!!!

sabato 8 agosto 2009

PEPERONI AL FORNO RIPIENI DI FARRO PERLATO

Ultimamente sono piuttosto latitante sia in cucina che in casa, sono andata gironzolando un bel po’, complice il caldo e le vacanze che spero durino ancora tanto… avevo programmato di sperimentare ricette viste in giro su altri blog e riviste, ma la voglia di fare è improvvisamente scomparsa, è pur vero che se al mare non vado ora, non vado mai più…con il lavoro e gli altri impegni sarebbe davvero difficile!
Comunque oggi ho avuto modo di cimentarmi in una ricetta che mi ha lasciata completamente soddisfatta!... peperoni ripieni al forno! Ripeto… Ripieni… ho sempre pensato che potessero essere riempiti solo con carne… e invece no… io li ho riempiti di farro! La preparazione non è impegnativa, l’unico neo e quello che si deve accendere il forno…però ne vale la pena!!! Ho provato a scattare delle foto ma credo che non rendano giustizia al piatto, dovete scusarmi ma non sono un granché come fotografa, rimpiango di non aver frequentato i corsi che venivano organizzati nel doposcuola o all’università…ahimé pazienza



Ingredienti:

- Peperoni rossi
- Olive nere
- Capperi
- Pomodoro fresco
- Ciuffo di prezzemolo tritato
- Origano
- Mozzarella
- Olio extra vergine d’oliva
- Sale e pepe quanto basta
- Farro perlato

Le quantità esatte non le ho indicate perché possono essere variate a piacere, quindi è possibile aumentare o diminuire un ingrediente rispetto ad un altro in base ai propri gusti.

Lavare il farro perlato sotto l’acqua corrente e cuocerlo per circa 30/35 minuti o fino a cottura ultimata. Il tempo dipende anche dal tipo di farro che si usa, il mio è perlato quindi il tempo è minore rispetto a tanti altri tipi in commercio.
Lasciare raffreddare.

In una terrina sminuzzate le olive nere, i capperi, il pomodoro, la mozzarella. Aggiungere il prezzemolo tritato, l’origano essiccato, il sale e il pepe. Per ultimo unire il farro perlato, condire con olio e mescolare tutti gli ingredienti insieme.

Lavare accuratamente i peperoni, svuotarli dei semi e riempire con il composto preparato.
Ungere una pirofila, cospargere di pangrattato e disporre i peperoni orizzontalmente. Condire con un filo d’olio e cuocere in forno a 200° per circa 45/50 minuti. Durante la cottura è bene girarli su entrambi i lati facendo attenzione a non romperli e a non far fuoriuscire il ripieno. Credo che ripeterò l’esperimento con il riso, ma è tutto da vedere!

Servire tiepidi.

martedì 4 agosto 2009

INSALATA DI VERDURE CON LEGUMI (CECI)

Oggi non è stata una bella giornata dal punto di vista meteorologico. Durante l’intera mattinata la pioggia non ha mai cessato di cadere e, ad un certo punto, è anche mancata la luce! Avrei potuto approfittare del tempo non più eccessivamente afoso e soffocante per preparare un buon dolce, proprio di quelli rustici e casalinghi che piacciono tanto a me…
Il dolce far niente mi ha colpita!.. Accendere il forno?...non se ne parla, troppa fatica…Accendere i fornelli?...manco per scherzo…
L’idea l’ho avuta grazie a
Martina, quella di preparare un’insalata di verdure facile e veloce con l’aggiunta dei legumi.
Dal giorno precedente avevo i ceci già cotti, le verdure le avevo in casa, quindi non è bastato fare altro che unire gli ingredienti.



Per i ceci:
La sera prima della cottura mettere i ceci all’interno di una pentola o ciotola piena d’acqua con disciolto del sale. Di solito per un 200 grammi uso un pugnetto di sale, ma non ne sono completamente sicura perché vado ad occhio e non peso gli ingredienti!
La mattina seguente non basta fare altro che trasferire solo i ceci all’interno della pentola che si utilizza per la cottura, aggiungere degli spicchi d’aglio e un rametto di rosmarino. Cuocere a fuoco moderato fino a quando non avranno le bucce morbide e non avranno ritirato l’acqua di cottura.

Lavare accuratamente le foglie d’insalata (la mia lattuga romana), tagliarla a pezzi e metterla in un'insalatiera. Lavare le carote, altrettanto accuratamente, e grattugiarle all’interno dell’insalatiera. Privare della buccia un cetriolo e tagliarlo a rondelle. Lavare e tagliare un pomodoro da insalata. Aggiungerli al resto delle verdure. Ora non basta fare altro che aggiungere i ceci e condire con sale, olio e, se piace, aceto. Facile vero?



lunedì 3 agosto 2009

PREMIO

Un GRAZIE speciale a Manuela del blog La via delle spezie per avermi conferito questo meraviglioso premio:


Devo elencare cinque cose che mi piace fare e passarlo ad altre cinque amiche.

Indicare le cose che mi piace fare è un po’ difficile, perché ne ho sicuramente molte di più…dovendone però indicare solo cinque…vediamo:

1. Mi piace passare nei vostri blog per poter stare in vostra compagnia!!!
2. Mi piace passare più tempo possibile con i miei cari in famiglia
3. Mi piace cucinare soprattutto torte e ciambelle, quelle belle rustiche e casalinghe
4. Mi piace il mondo della maglieria e dei libri
5. Mi piace il tempo libero

Adesso viene la vera parte difficile, passare il premio ad altre cinque amiche…non è facile fare una scelta, seguo e adoro moltissimi blog e, ammetto che, mi piacerebbe tanto girare il premio a tutte…ma se anche in questo caso devo indicarne solo cinque scelgo (non me ne vogliano le altre):

1. Cielomiomarito del blog Senzaperderelatenerezza
1. Claudia del blog MyRicettaruim
2. Katty del blog LabuonacucinadiKatty
3. Micaela del blog Ilcricetogoloso
4. Federica del blog LacucinadiFederica

Approfitto per augurare a tutti BUONE VACANZE!!!!! Per me sono finalmente arrivate sabato! Ammetto di avere una strana sensazione addosso, all’improvviso tutto lo stress accumulato in questo ultimo anno di lavoro lo sento scomparso, come se la stanchezza di queste ultime settimane si fosse allontanata…Finalmente ritrovo quel tempo che avevo perso da dedicare un po’ più a me stessa…proprio quello da dedicare a ciò che mi piace fare!!!...Per adesso mare, sole e spiaggia!!!
Da molto non posto una ricetta…la colpa è soprattutto della connessione internet di questo ultimo periodo… ahimé lenta…parola mia cercherò di rimediare!