lunedì 29 marzo 2010

LA PASTIERA

Non so a voi, ma a me spesso è capitato di sentirmi dire come sia difficile fare una certa cosa quando non si ha nessuna esperienza in materia, e che la possibilità di ottenere un buon risultato, per questa stessa cosa, sia altrettanto difficile… quale cosa?!!... ma la pastiera!! Aggiungo velocemente una piccolissima nota: SPERO DI ESSERMI AVVICINATA PARECCHIO ALLA VERA VERSIONE DELLA FAVOLOSA PASTIERA NAPOLETANA!!! Comunque, riprendendo il discorso, mi sono sempre sentita dire quanto fosse complicata e soprattutto lunga la sua preparazione… beh, veramente… e va bene, ammetto di aver acquistato il barattolo di grano precotto, quindi diciamo pure di aver truccato e di essermi messa in vantaggio così… però la verità e che non l’ho trovata, nel complesso, poi tanto più complicata di una classica crostata con farcia alla ricotta. Con un minimo di organizzazione del tipo: preparazione delle frolla durante la cottura del grano, oppure, rivestimento della teglia mediante frolla stesa con conseguente preparazione delle strisce decorative durante il raffreddamento del grano… se ne potrebbero benissimo preparare due, senza perdere chissà quanto tempo, alla faccia di chi invece ti aveva fatto credere il contrario… tutto questo per dire che non si deve mai rinunciare a ricette o sperimentazioni varie... ma non solo in cucina, solo perché …un qualcuno ti ha detto…


Ingredienti:


Per la frolla:

- 500 gr. di farina “00”

- 120 gr. di zucchero semolato

- 120 gr. di burro

- 2 uova intere

- Buccia grattugiata di un arancio biologico

- 2 cucchiaini di lievito per dolci vanigliato

- Sale qb


Per il ripieno:

- 580 gr. di grano cotto (1 barattolo)

- 400 gr. di ricotta freschissima

- 300 gr. di zucchero

- 2 uova intere

- 1 aroma fiori d’arancio

- Buccia di un limone biologico

- Un pizzico di cannella in polvere

- Canditi


Per la frolla: Setacciare direttamente sulla spianatoia la farina e il lievito, formare una fontana al centro e lavorare lo zucchero semolato con il burro. Unire e amalgamare le uova con una forchetta, aggiungere un pizzico di sale e la buccia grattugiata dell'arancio. Impastare gli ingredienti fino a quando non saranno ben amalgamati fra loro. Formare una palla e farla riposare per mezz’oretta in frigorifero.

Per il ripieno: Versare in una casseruola il latte, una noce di burro, un cucchiaio di zucchero, una spolverata di cannella, un pezzo della scorza del limone biologico e il grano precotto. Amalgamare gli ingredienti e lasciare bollire (mescolando spesso per evitare che attacchi sul fondo della pentola) fino a quando il grano non avrà completamente assorbito tutto il latte diventando una crema. Spegnere e lasciare raffreddare. A parte lavorare le uova con lo zucchero montandole per bene. Aggiungere questo composto alla ricotta, dopo averla ben sgocciolata e setacciarla, unire, l’acqua di fiori d’arancio, la buccia rimasta grattugiata del limone biologico, i canditi e in ultimo il grano. Amalgamare il tutto.

Per la pastiera: Stendere la pasta frolla con il matterello infarinato sopra la carta da forno, mettendone un pezzo da parte, rivestire la tortiera imburrata ed infarinata precedentemente, facendo attenzione a rivestire per bene anche i bordi per evitare che fuoriesca il ripieno. Versare all’interno la crema e livellare la superficie. Con la frolla rimanente ricavare delle strisce e decorare la sommità disponendole a griglia.

Infornare a forno già caldo a 170°/180° per circa 30/40 minuti o fino a quando la superficie non avrà assunto un bel colore dorato.

Una volta raffreddata, cospargere la superficie con lo zucchero a velo!!!


UN ABBRACCIO!!!

53 commenti:

  1. Complimenti ti e' venuta benissimo!!! Anche a me spaventava un po' fare questo dolce perche' mi hanno sempre detto che la sua preparzione e' lunga e laboriosa, ma ora che ho visto il tuo penso proprio che provero' a farlo Grazie un bacione!!!!

    RispondiElimina
  2. Anche con mia mamma la facciamo sempre a pasqua....buonissima e bellissima anche la tua.

    RispondiElimina
  3. Solitamente la faccio il venerdì Santo. Anch'io spero sempre di avvicinarmi alla vera pastiera, ma a mio figlio piace e questo mi basta!!!La tua è molto bella. Complimenti!

    RispondiElimina
  4. Hai ragione, quando ho provato a farlo mi aspettavo chissacchè invece come per altre cose (pasta fatta in casa etc..) mi sono accorta che è solo l'idea...complimenti davvero ti è venuta uno spettacolo!!! E quella fettina sola soletta???Mia!

    RispondiElimina
  5. Credo di non averla mai mangiata, ma soprattutto non l'ho mai fatta perchè lo stesso qualcuno ha detto anche a me.. Grazie dell'incoraggiamento! Bello il nuovo look del blog! Buona settimana!

    RispondiElimina
  6. Grande Marifra, è bellissima! Ogni volta che la vedo sono sempre tentata di provare, chissà se mi deciderò? Intanto mi gusto con gli occhi la tua che è favolosa.
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. ciao Marifra!!! che bella e chissà che buona!! io non l'ho mai fatta e sono molto tentata di provare!!! un abbraccio e buona settimana santa!! a presto!!

    RispondiElimina
  8. L'aspetto è SUPER!
    Anni fa provai a realizzarla attenendomi alla ricetta scritta sul barattolo del grano...ricordo che me ne vennero fuori tre!
    Da sempre è stato il mio dolce preferito, tuttavia ovunque ci sia traccia di ricotta le mie papille impazziscono ^_^
    bacioni e complimenti per le immagini!

    RispondiElimina
  9. Marifrà è bellissima e come hai detto tu con un pò diaccorgimenti diventa semplice.La tua mi sembra perfetta.Ciao cara e buonanotte!

    RispondiElimina
  10. Non andiamo matti per la pastiera, ma dobbiamo ammettere che ti è riuscita una meraviglia, davvero bellissima! Hai ragione, mai impedire a se stessi di preparare qualcosa solo perchè qualcuno ti dice che è troppo complicato...e poi le sfide sono sempre un'avventura!
    Buona settimana da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  11. E' bellissima e sicuramente divina!!!
    Bravissima.....quando vuoi fare una cosa falla e basta, non ascoltare nessuno, se si sbaglia ci si riprova no?
    Baci ;)

    RispondiElimina
  12. Ciò che per qualcuno può sembrare complicato può risultare semplice ad un altro, così come per te che hai realizzato una pastiera impeccabile.Brava,Roby

    RispondiElimina
  13. Che bella questa pastiera! complimenti davvero.

    RispondiElimina
  14. Complimenti è perfetta!!!! più buona di quelle della pasticceria!!!! davvero brava!!! un bacione

    RispondiElimina
  15. secondo me ti e' venuta benissimo,questa e' la seconda che vedo stamattina e sono molto belle entrambe e non vi nascondo che ve ne ruberei un pezzettino per poterle assaggiare subitoooooooo..brava e buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  16. da buona Campana ti posso dire che ormai tutti o quasi si servono del grano precotto,quindi stai tranquilla! Del resto ti è venuta benissimo,solo pochi se ne accorgerebbero che non è fatta da una Napoletana... Da che cosa? Dalle strisce... che vanno mese in modo da formare dei rombi,ma poi del resto ognuna ha la propria interpretazione e tu devi essere davvero soddisfatta perchè è davvero appetitosa e ti dirò che quest'anno ancora non l'ho mangiata quindi se ti resta un pezzettino... sai è buona anche dopo alcuni giorni....
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  17. buonissima la pastiera, l'adoro!
    complimenti e buon lunedì.

    RispondiElimina
  18. Confesso di non averla mai fatta...e neanche assaggiata :( la tua è certamente venuta una meraviglia, mica ne è rimasta una fettina?
    Buona giornata, elena

    PS: le tue foto sono sempre meravigliose, ma queste le battono tutte :)

    RispondiElimina
  19. adoro la pastiera!!!
    E' venuta bellissima, e credo anche buona, o sbaglio?

    RispondiElimina
  20. da napoletana ti dico che l'aspetto è superlativo!!!!io utilizzo sono qualche uova in piu e meno grano pero ogni famiglia ha la sua ricetta personale della pastiera e questa è davvero favolosa!!bacioni imma

    RispondiElimina
  21. complimenti per il look sempre piu bello ma ancora di piu per quetso dolce che adoro da morire!

    RispondiElimina
  22. Amicaaaaaa.. che bell'aspetto primaverile sto blog.. hahaahaha .-DDDDD.. T'è venuta benissimo la pastiera.. ammazza per essere stata solo la 1° volta che la facevi.. Io purtroppo devo starci lontana.. la ricotta non posso mangiarla!! Però ricordo di quanto fosse buona.. quindi..prendo una fetta virtuale che male non mi fa! bacioni e buon inizio settimana :-D

    RispondiElimina
  23. Cara marifra questa è una vera opera d’arte... una pastiera perfetta!!!! un bacione

    RispondiElimina
  24. E' spettacolare questa pastiera!Avrei proprio volgia di farla...

    RispondiElimina
  25. complimenti per questo capolavoro! perfetta, bellissima e buonisssssssssssima! baci!

    RispondiElimina
  26. bella!
    la preparazione lunga riguarda il grano , ora precotto facilita non poco il tutto. Avevo anchio una certa preoccupazione quando anni fa mi sono cimentata, ma poi è venuta benissimo. non l'ho più fatta per un unico motivo che poi...me la mangio! e dato che a Pasqua non ci facciamo mancare nulla , meglio evitare.
    ma chissà forse ques'anno ci potrei anche riprovare, vedendo tutte queste belle pastiere di voi amichette di blog, mi state invogliand non poco.
    ciao Reby

    RispondiElimina
  27. Ma che delizia!!! ti è venuta uno spettacolo!!!! Bravissima!! Baci.

    RispondiElimina
  28. Ciao cara che bontà la pastiera mi piace tanto..mi sa che ci siamo messe daccordo eh?!anch' io l ho postata proprio ieri..è molto simile come ricetta, e anche la tua ha un aspetto delizioso!!!
    Bravissima, un bacione grande!

    RispondiElimina
  29. ahahahaah scusa se rido.. ma come il pc in uficio vede il tuo blog rosso?? ahahahaha.. è rosa. sta tranquilla.. un bel rosa.. tipo fucsia chiaro chiaro...
    ps: il latte di soya negli impasti proprio non si capisce che è di soya.. fidati! ,-)

    RispondiElimina
  30. je prendrai volontiers un morceau au passage, j'adore
    bonne journée

    RispondiElimina
  31. stupenda! ieri ne ho fatte 2 anch'io! baci

    RispondiElimina
  32. Beh, la pastiera è proprio un grande classico che non può mancare...
    Ed io non ho mai provata a farla! Pensa un po'...
    A presto!

    RispondiElimina
  33. Io non l'ho mai realizzata, la tua è venuta benissimo, e con i tuoi suggerimenti ( magari dopo Pasqua ) ci provo anch'io. Complimenti, ciao daniela.

    RispondiElimina
  34. A volte ci dipingono ricette classiche o come difficili, o lunghe e laboriose...ed ovviamente la cosa frena... a volte bisogna prendere il tutto con più leggerezza... a cuor leggero per scoprire che tanto difficile o lungo non è...che insomma è fattibile!:)
    cmq complimenti, io non conosco la ricetta originale o che...ma a me sembra perfetta!

    RispondiElimina
  35. Non vedo l'ora di provare la pastiera ma non oso avvicinarmi alla sua preparazione, è invitantissima!! Bravissima Mari. Ciao

    RispondiElimina
  36. Che meraviglia quelle foto, che bella L'Irlanda!!!
    Il vecchio diario/ricettario della famiglia borghese mi affascina alquanto, così come la ricetta che proverei di sicuro....forse perchè quella alla vicentina ha già dato nel mio stomaco ...essendo di Venezia per noi è abbastanza classico così come quello mantecato!:)
    bellissimo post!

    RispondiElimina
  37. ta tarte est fabuleuse et me semble délicieuse je t'en félicite bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
  38. io davanti alla pastiera non conosco nessuno...troppo buona e la tua è anche bella

    RispondiElimina
  39. che brava!!! Non mi ci sono mai messa proprio perchè pensavo fosse particolarmente difficile, chissà, magari quest'anno prendo coraggio e mi cimento anch'io nell'impresa

    RispondiElimina
  40. Stando alle foto ti è venuta perfetta! Io non l'ho mai fatta ma devo dire che il tuo post mi ha incoraggiato moltissimo. Dato che dici che non è poi così terribile farla! Tra l'altro ho già il grano precotto in dispensa quindi...
    Buona giornata

    RispondiElimina
  41. superba! che meraviglia, troppo buona!

    RispondiElimina
  42. Bella...buona...anzi perfetta....
    ps..grazie sei splendida!!!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  43. Mari, la tua pastiera è fantastica. E dimostra che non bisogna mai scoraggiarsi davanti a ricette nuove! :)

    RispondiElimina
  44. Ciao Marifla! Bellissima la tua pastiera... sai che non l'ho mai assaggiata? Mangerei volentieri una fetta della tua!

    Grazie di essere passata da me e per quanto riguarda il gattino (carino vero?) basta che ci clicchi sopra e ti da l'indirizzo! Provaci!
    Presto ritorno per guardarmi con calma il tuo blog!
    Ciao ciao!

    RispondiElimina
  45. La pastiera è il dolce più mi piace in assoluto. Grazie per aver postato la ricetta me la scopiazzo subito. Un bacio Clementina

    RispondiElimina
  46. Dolce tipico di Pasqua...che bella, è perfetta e buonissima!!!
    Complimenti
    Ely

    RispondiElimina
  47. La Pasqua ha il profumo della Pastiera, la tua è meravigliosa!
    Auguroni
    Kemi

    RispondiElimina
  48. ...e che pastiera, mia cara!è bellissima e chissà che buona...non ,l'ho mai preparata perchè appunto tutti mi dicevano che era laboriosa e difficile...ma come non fidarmi della nostra super marifra????:):) io me la segno e intanto spero di superare il timore reverenziale verso questa bontà :) ti abbraccio!

    RispondiElimina
  49. Io non sono una cuoca ma a me pare perfettaaaaaaa!!!!

    RispondiElimina
  50. Bella la nuova veste del bolg....e favolosa questa pastieraaaa!!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  51. Complimenti è stupenda ed hai ragione non per niente difficile in compenso è buonissima Luisa

    RispondiElimina
  52. Ciao cara, ho un pensierino per te. Passa a prenderlo se ti fa piacere. Un abbraccio e buona Pasqua

    RispondiElimina
  53. J'adore, ma belle mère fait ce gente de gâteau aussi. Que c'est bon...

    Bises

    Ginette xx

    RispondiElimina