venerdì 31 dicembre 2010

KUGELHOPF

A dire la verità è dall’anno scorso che volevo farlo ma poi, a causa dei soliti imprevisti, ho sempre rimandato. Quest’anno invece è andata diversamente e, non so perché, io il kugelhopf lo associo solo ed esclusivamente al Natale, e forse più del panettone o del pandoro… mo’ di più forse esagero, però tanto si. Il kugelhopf è il dolce tipico dell’Alsazia anche se, in realtà, è anche una specialità austriaca, tedesca e ceca. Di varianti ne esistono molte ma a conti fatti il kugelhopf è una vera e propria brioche arricchita con uvetta, rum e mandorle. Cos’altro dire se non che è stata la sua tipica forma a turbante a colpirmi? Bello, elegante e soffice… non ho resistito!
In quest’occasione l’ho preparato utilizzando la planetaria, che poverina non ricordo più da quanto tempo è rimasta inutilizzata, ma vi assicuro che anche senza viene bello alto!!...
Vorrei poter ringraziare personalmente tutti per gli auguri e per le bellissime parole che ogni volta mi lasciate, spesso non riesco a rispondervi ma è per via della connessione troppo lenta che ho a casa, mi limita e non poco, e i post credo siano un miracolo!
I miei buoni propositi per l’anno nuovo? No, quest’anno non li elenco ma dico solo che ne ho fatti tanti… i miei più cari auguri per un meraviglioso 2011!

1.Kugelhopf

mercoledì 29 dicembre 2010

I SASSI

Non ricordo da quanti anni non trascorrevo un Natale così… così bello, sereno, felice e a tratti anche divertente! Mangiato un po’ troppo forse si, lo ammetto, ma in fondo è festa e per pensare alla linea c’è sempre tempo (forse)(si spera)! Trovo che il lato positivo del Natale, per chi rimane a casa, sia quello di riuscire finalmente a sperimentare con tutta calma un po’ di cosine dolci… e così, dopo il panettone dell’anno scorso, kugelhopf (sissisi proprio quello) io ho provato i Sassi.
I Sassi sono un tipico prodotto natalizio della provincia di Teramo… e di chi è di Teramo?? Ma la mia nonna!!!!! Spesso, vengono chiamati anche con altri nomi ma, quello di Sassi, rimane il più conosciuto. Sono delle mandorle che caramellate con uno strato irregolare di zucchero, cacao e cannella finiscono per assomigliare a dei piccoli sassi sporchi di terra… e da qui il nome.


1.Sassi

mercoledì 22 dicembre 2010

TORTELLI AL SEITAN CON BRIE E NOCI

E perché no? Magari questi tortelli riescono a risolvere il problema del “cosa preparo per l’amico vegetariano a cena stasera?”!! In fondo chi è che non ne ha uno? A parte questo, aspetto neanche tanto da sottovalutare, diciamolo pure… i tortellini come i ravioli home made fanno sempre una gran bella figura in ogni occasione!
Ps. perdonate la brevità …vabbè non che abbia mai scritto dei post lunghissimi… ma al solito si va di fretta! Spero solo che la connessione non m’abbandoni sotto le feste (in questi giorni è più lenta del solito) e di riuscire a salutarvi come si deve prima di sabato!
Psps. In caso contrario BUON NATALE!

Tortelli al seitan con brie e noci

lunedì 20 dicembre 2010

CREMA DI CAVOLFIORE E TOPINAMBUR CON NOCCIOLE

Direi che mancano davvero pochi giorni al Natale e, non so a voi, ma a me fa uno strano effetto. Nonostante debba ancora acquistare i regali per amici e parenti, stilare la lista della spesa, decidere cosa fare e dove andare… non faccio altro che starmene tranquilla. Davvero, quest’anno non ho cucinato/sperimentato n-i-e-n-t-e! Niente biscotti, niente panettoni, niente pandori (quanto avrei voluto provarci)… insomma, niente di niente!! Mah… e chissà poi perché! Spero perciò di recuperare durante i pochi giorni di ferie tra Natale e Capodanno.
In questa settimana, però, ho avuto modo di sfogliare l’ultimo numero di “Cucina naturale”. Conoscete questo mensile? NOOOO!! A me piace per la semplicità delle ricette e la qualità delle informazioni, una buona rivista insomma. La crema qua sotto ne è un esempio… che credo tornerà utile a gennaio post-epifania!

Crema di cavolfiore e topinambur con nocciole

mercoledì 15 dicembre 2010

CAKE AL CIOCCOLATO CON PRUGNE, FICHI E RUM

Se qualcuno mi domandasse “qual è Il dolce natalizio della tua tradizione familiare”, francamente le risponderei che non esiste. In realtà, di dolci dell’infanzia che ricordo sono solo dei semplicissimi biscotti di pasta frolla profumati all’arancia. Riesco ancora a vedere mia madre ritagliarli con i tipici tagliabiscotti natalizi. Ogni volta ne ero così contenta… contenta di sentire il profumo dei suoi biscotti invadere la cucina. Oltre a questo niente! Non ha mai amato cucinare. Però ricordo che in passato, più volte, mi ha parlato di un dolce al cioccolato (o forse più al cacao visto che a quei tempi era difficile trovarne) che sua nonna puntualmente preparava in occasione del Natale. Un dolce semplice ma ricco di ricordi e sapori. Quindi, durante l’ultimo fine settimana, inevitabilmente, c’è stata l’operazione Dolce Caffarel… che ringrazio per aver fatto riaffiorare in me un piccolo pezzetto di vita passata.

1.Cake al cioccolato con prugne, fichi e rum

lunedì 13 dicembre 2010

RISOTTO BIANCO AI DUE CAVOLFIORI

Nonostante tutto l’albero di Natale è salvo. Vero che per essere alto più di due metri è molto spoglio, paragonandolo a quello degli scorsi anni, gli addobbi si contano sulle dita della mano… però è intero. Ma poi, in fondo, non è lo spirito natalizio ciò che conta? Sarei capacissima di perdonargli qualsiasi cosaeee va bene, diciamo la verità, proprio qualsiasi no, però… a pensarci bene, ha qualche ramo piegato verso il basso… uhm, forse meglio non cantar vittoria e tenerlo ancora sotto controllo và.
Amo i risotti e li preparo spessissimo. Da quando ho smesso di credere che per prepararli occorresse un certo impegno e tempo, farli è diventato un vero piacere! Il risotto con i cavolfiori è di mia madre, a lei piace moltissimo mettere insieme le varie qualità, e così io replico.

1.Risotto bianco ai due cavolfiori

giovedì 9 dicembre 2010

CAVOLFIORE CON CURRY, UVETTA E PINOLI

Faccio una certa fatica ad ammetterlo ma, per una volta tanto, non avrei dovuto fare di testa mia. Niente di grave, avrei dovuto semplicemente sistemare l’albero di Natale lontano dalla cucina! O almeno lontano da un certo gattino, un bel po’ cresciuto, che lo sta lentamente distruggendo… siii, distruggendo dopo che la sottoscritta ha finito di addobbarlo con tanto amore!!!
Ora, cosa fare? Vabbè, evito di confidarvi il primo pensiero che m’è venuto in mente quando l’ho visto tirare il filo delle luci… quindi accetto ogni tipo di suggerimento, lecito o illecito che sia.
Nel frattempo, per non spostarlo, ho tolto gli addobbi più cari giusto per evitare che possa romperli. E’ vero che ogni anno acquisto un decoro nuovo, ma a me piace appendere anche quelli un po’ datati con un certo valore affettivo.
Non l’ho fatto da un’altra parte solo perché non avrebbe avuto lo stesso senso, la cucina è la parte più viva della casa!!
Oh! La ricetta! Semplicissima… basta un cavolfiore, del curry e una manciata di pinoli e uvetta… facile non vi pare?

Cavolfiori con curry, uvetta e pinoli

lunedì 6 dicembre 2010

NATALE CON IL CIOCCOLATO CAFFAREL

E anche per quest’anno è fatto. Cosa? Ma l’albero di Natale… e non ci crederete ma l’ho finito con circa una settimana di ritardo!! Dovete sapere che in casa Marifra vige, da ben oltre dodici anni, la tradizione di addobbare l’albero l’ultima domenica di novembre. Non provate a chiedermi per quale strano motivo proprio l’ultima domenica perché non saprei cosa inventarmi… nessuna ricorrenza, nessuna festa in particolare, niente di niente… diciamo che l’ho sparata lì tanti anni fa ma da allora mi piace rispettare questa data. Sono strana vero? Boh, forse un q.b.
Comunque, quest’anno, so già che il Natale sarà più divertente grazie all’invito fattomi dalla Caffarel, storica casa del cioccolato piemontese, a partecipare alla loro splendida iniziativa Natale con il cioccolato Caffarel, anche se poi tutti possono partecipare!! Davvero semplice… basta preparare una ricetta che sia legata al Natale, o alle festività natalizie, che ovviamente abbia tra gli ingredienti del cioccolato… cioccolato Caffarel attenzione!! Dopodichè basta pubblicare la ricetta, foto e aneddoto nel blog o nella pagina di Caffarel di fecebook.
In ultimo, i nomi di coloro che non hanno un blog verranno pubblicati nella pagina News del sito Caffarel mentre i nomi dei blogger partecipanti ruoteranno nella sezione NATALE 2010 della Pagina di Facebook di Caffarel.

venerdì 3 dicembre 2010

CAKE CON ARANCE, MANDORLE E CANNELLA

L’idea di fare un cake arance e cannella è saltata fuori in un piovoso pomeriggio della scorsa settimana. Ora, premesso di essere una forte bevitrice di caffè e di non amare in genere i thé aromatizzati, mi sono ritrovata a sorseggiare… quando a volte si dice il caso… un caldissimo thé aromatizzato appunto con arancia e cannella! Il bello, o il brutto a seconda dei punti di vista, è che, sorso dopo sorso, ho continuato a pensare a come sarebbe stato lo stesso abbinamento in un dolce.
Che dire… non credevo potesse piacermi tanto!

Ciambella con arance, mandorle e cannella