venerdì 30 dicembre 2011

TORTA DI PANE AL CACAO

Una torta con il pane raffermo non l’avevo mai cucinata prima, anzi, ad essere del tutto sincera, non l’avevo neanche mai mangiata, è una di quelle cose che mi hanno sempre fatto pensare a quale sapore potesse avere. Buffo no? Uno crede che il risultato non sia nemmeno meritevole di essere classificato come dolce e invece… oh, poi senza sottovalutare l’aspetto più importante della torta in questione, ossia che come soluzione per riciclare il pane avanzato è fantastica. Uno poi immagina che 200 grammi siano pochi e in realtà ne sono tantissimi, senza esagerare, da fresco sarebbero stati almeno 500! Comunque, torte e riflessioni a parte, state trascorrendo bene questi giorni di festa? Si?? Bene, pure io:-) Non ho fatto niente se non mangiare, nulla di strano se non che adesso sono un tantino assalita dai sensi di colpa, non sono la sola eh? Vabbè, sono tranquilla, in fondo per riacquistare la forma perduta si fa presto, si spera:-))
Grazie per gli auguri, grazie per la vostra amicizia e grazie per la vostra presenza, insomma grazie di cuore a tutti… non riesco a ricambiare come si deve, purtroppo, ma non per causa mia… ecco si, proprio per causa sua: la connessione! Da casa è impensabile navigare come si deve e senza intoppi… chissà se il 2012 non sia proprio l’anno buono per l’adsl? Mah… i miei più cari auguri per un meraviglioso 2012!

Torta di pane al cacao

venerdì 23 dicembre 2011

MUFFINS AL CACAO, CACHI E GOCCE DI CIOCCOLATO

Caspita come vola il tempo, fra due giorni è di nuovo Natale! Il lato positivo è che dopo avrò almeno una settimana di ferie. Sono troppo contenta:-))) Per i regali e dolcetti vari sono fiduciosa, se riesco a non farmi prendere dal panico, con un minimo di organizzazione, tra stasera e sabato, posso ancora combinare qualcosa di buono:-) Comunque, a parte questi piccolissimi dettagli, riordinando il vecchio portatile, ho trovato la ricetta dei muffins sotto. Li avevo fatti e poi dimenticati un po’ di tempo fa con i cachi dell’albero in giardino… si, vabbè, pure questi poco natalizi ma tanto ormai che importanza ha? Avrete già finito di incartare l’ultimo regalo e di sfornare l’ultima teglia di gingerbread, sono sicurissima che un’idea in più adesso sarebbe superflua:-))) Per questi muffins ho utilizzato gli stampini in alluminio per il creme caramel e non i classici pirottini di carta, cosa dire… sono favolosi per comodità e praticità, ad averci pensato prima!!... i miei migliori auguri di Buon Natale!!

1.muffins al cacao cachi e gocce di cioccolato

mercoledì 21 dicembre 2011

BISCOTTI DEL LEGACCIO

Sono seriamente preoccupata, no dico, quanti giorni mancano al Natale?? Pochi. Anzi. Pochissimi… e anche quest’anno sono in ritardo su ogni cosa, strano eh:-) Per fare un esempio, non ho ancora comprato tutti i regali per amici e parenti, o pensato al pranzo di Natale, o a tanti altri piccoli dettagli comunque non trascurabili. L’albero? Ma che ve lo dico affà… sta peggio dell’anno scorso:-))) Il tempo qua sembra davvero volare!! Avevo anche deciso di biscottare durante il fine settimana, poi però, i soliti maledettissimi imprevisti hanno scombussolato l’intero programma… fortuna poi, in un piccolissimo ritaglio di tempo, sfogliando il libro de la cucina italiana, la mia attenzione è almeno scivolata sui biscotti del legaccio, dei biscotti leggermente dolci e dalla consistenza simile a quella delle fette biscottate, che di natalizio hanno davvero ben poco ma è comunque meglio di niente, no??!! In fondo tra Natale e Capodanno c’è sempre tempo:-))) Spero!!

Biscotti del legaccio

venerdì 16 dicembre 2011

GNOCCHI DI ZUCCA

In realtà avrei voluto fare i tortelli di zucca, dopo il cake e soprattutto dopo essere riuscita a trovare la mostarda, l’idea di partenza era proprio questa. Solo che poi, si insomma, in mente mi sono venuti gli gnocchi e quindi… non so voi, ma a me ultimamente capita spesso di pensare ad una cosa ma di farne un’altra, il più delle volte diversissima da quella di partenza :-) Comunque, gli gnocchi di zucca fanno parte di quelle classiche ricette di cucina semplici da preparare, dal sapore tradizionale e delicato, ecco si, di quelle che sono troppo buone e che non si possono non provare!
Ps. buon fine settimana… di biscottamenti vari per me:-))

1.Gnocchi di zucca

martedì 13 dicembre 2011

CREMA AL LIMONE o LEMON CURD

Questa qua credo sia una delle pochissime cose che non avevo mai fatto prima:-) Ehm… d’accordo, è vero, vi ho mentito… pochissime non direi, in realtà ce ne sono ancora molte:-))) Però, ad essere del tutto sincera, è una cosa che non avevo mai né visto e né sentito prima che scoprissi il meraviglioso mondo dei blog. Giuro! La crema al limone, o lemon curd, è una semplice crema dolce che nella tradizione inglese (e non solo:-) viene conservata in vasetti come una marmellata e servita generalmente a colazione o all’ora del the in accompagnamento a muffins, come farcitura di torte e tartellette di pasta frolla (provato:-) o semplicemente spalmata sul pane… insomma semplice, veloce e soprattutto golosa!!

1.Lemon curd

venerdì 9 dicembre 2011

CIAMBELLINE AL VINO

Le ciambelline al vino sono dei biscotti rustici, molto semplici e soprattutto molto veloci da preparare. Per renderle ancora più rustiche è possibile sostituire lo zucchero bianco con quello di canna, o se adorate (io) il sapore dell’anice potete aggiungerlo tranquillamente all’impasto… direi che sono diventate in pochissimo tempo i miei biscotti preferiti :-))

Ciambelline al vino

lunedì 5 dicembre 2011

STRUDEL DI CICORIA, BIETA E SPINACI

Stavolta sono andata sul sicuro e invece di fare uno strudel con la pasta da strudel, ho usato la pasta brisée. Lo so, questo significa barare, avrei dovuto usare il vero impasto, altrimenti perché mai chiamarlo strudel?? In realtà non avevo nessuna voglia di farlo :-) A parte questo, il nome in sé mi piace da matti. E comunque, si tratta dell’unica cosa interessante che ho cucinato durante il fine settimana, quindi… o questo o niente :-)) Infatti ho trascorso il resto del tempo al calduccio senza neanche badare troppo al gran caos che c’è un po’ ovunque in casa, colpa mia e dalla mia idea di rimettere improvvisamente in ordine tutto, al clima natalizio e a tante altre piccole e grandi cose ancora…
ps. buon lunedì!!!

Strudel di cicoria, bieta e spinaci

martedì 29 novembre 2011

BISCOTTI CON AMARANTO E NOCCIOLE

Diciamo che la ricetta di oggi era piuttosto prevedibile, dopo aver parlato tanto di amaranto che scoppietta e di quanto mi piaccia l’idea di usarlo come normale farina nei dolci, fare dei biscotti era il passo successivo :-)
Ora, non so se avete notato qualcosa di strano nella foto, no?!... la scritta sui biscotti ovviamente!! Non ho proprio resistito al "fascino" del famosissimo set tagliabiscotto con le letterine incluse e l'ho preso anch'io :-) Si, insomma, oltre che buoni, friabili e leggeri, li trovo pure belli… non so se possono entrare a far parte nella categoria “regalo di Natale” ma io quasi un pensierino ce l’ho fatto… per una volta tanto, sono contenta del risultato :-)))

Biscotti con amaranto e nocciole

venerdì 25 novembre 2011

CIAMBELLONE CON AMARANTO E NOCCIOLE

Visto che ho rotto abbondantemente le scatole a tutti già da un po’ con la storia di voler far scoppiettare l’amaranto e utilizzarlo per un dolce (ovviamente:-) da colazione, vi lascio per il fine settimana con questa cosuccia sotto :-))) Prima della serie eheh!! Cosa sia l’amaranto e come in genere venga utilizzato credo che tutti lo sappiano, perciò non mi dilungherò su questo, quello che però forse non tutti sanno e che se messo in padella, a fuoco medio, poco dopo scoppietta, eh si, scoppietta proprio come se fosse popcorn!! Far aprire tutti i chicchi non è difficile ma non è neanche semplice come potrebbe sembrare. Prima cosa occorre un po’ di pratica, nel senso che si deve capire quando è ora di togliere l’amaranto dalla fiamma prima che bruci e, seconda cosa, occorre riuscire a far scoppiettare il tutto. Bene, ho adottato una tecnica manco tanto strana, ehm forse solo un pochino ma tant’è… uso una pentola a doppio fondo non troppo grande, il giusto per contenere un cucchiaio di chicchi di amaranto. Riscaldo la pentola da vuota e quando il fondo è caldo verso l’amaranto e copro. Quando sento il rumore dei chicchi che scoppiettano, muovo la pentola, sempre sulla fiamma e sempre coperta, per circa 30 secondi o anche meno. Tolgo la pentola dalla fiamma, continuando a muoverla per altri 30 secondi circa, infine verso il tutto dentro una ciotola di ceramica coprendola con un piattino e ripeto velocemente tutta l’operazione :-) Può sembrare complicato e lungo da eseguire, ma non lo è, fidatevi! Basta solo un po’ di pratica, all’inizio capiterà di farlo bruciare un po’ ma è solo perché si devono capire i tempi per la fiamma che si usa... vi ho indicato quelli che sono serviti a me ma non è detto che siano gli stessi per tutti!
Per il dolce sotto, non contenta, ho poi mixato il risultato ottenuto con le nocciole tostate, notando una differenza rispetto alla quinoa, l’impasto ha bisogno di una maggiore parte liquida, per il resto… c’è piaciuto tanto!!

Ciambellone con amaranto e nocciole

martedì 22 novembre 2011

MY 7 LINKS... più o meno!


Avete presente quelle situazioni in cui a forza di spostare oggetti e oggettini vi ritrovate a spostare mobili e cassettoni esclamando ogni cinque secondi ma tutta sta’ roba da dove salta fuori?? Oppure di ritrovare cose ormai date per perse da tempo?? Beh, io si :-) Onestamente volevo soltanto mettere a posto casa, intendo tutta ma proprio tutta casa, invece mi ritrovo ad essere circondata dal caos più totale (o quasi:-) Il vero problema è che adesso non ho nessuna idea per venirne fuori e soprattutto non so da dove cominciare per ripristinare un pò d'ordine. Avrei voluto sistemare anche il mio vecchio portatile ma opsss, credo di averlo peggiorato… insomma, nel frattempo cucino/sperimento/fotografo, ma ritrovandomi nel disordine più totale alla fine non riesco a capirci niente neanche io :-))
A proposito, ho fatto scoppiettare l’amaranto e i primi risultati mi sono piaciuti parecchio, vabbè proprio i primi no, diciamo i secondi :-) Un po’ di manualità e tanta confidenza con i chicchi-scoppiettanti et voilà… l’amaranto è pronto per essere utilizzato nella frolla o negli impasti per torte come normalissima farina :-)
Al momento però, vista la mia grandissima incapacità organizzativa, approfitto per partecipare a My 7 links. In genere cerco di non pensare mai al passato, sono insomma una che preferisce non guardare mai indietro anche se, a volte, non farebbe male farlo. Non esiste un motivo preciso ma quando posso evito, punto e basta. Così quando la cara amica Francesca mi ha chiesto di partecipare confesso di aver esitato a lungo. Si tratta di una specie di “catena di Sant’Antonio” dove si devono indicare 7 link di 7 post che più rappresentano 7 precise definizioni… mah, alla fine ho ceduto, ho partecipato e, ad essere sincera, spulciare fra le mie vecchie ricette, mi ha divertita e non poco :-)))

martedì 15 novembre 2011

RISOTTO CON ZUCCA AL FORNO E ZAFFERANO

E così è successo, durante il fine settimana, tra un camminata nel verde e l’altra di riflettere su tutte quelle cose che vorrei fare e che ancora non ho fatto. Decisamente ne sono tante, forse un po’ troppe :-) E siccome sono sempre stata una tipa che non sta ferma un attimo manco se uno la prega in ginocchio, non ho la minima intenzione di starmene in disparte passivamente a guardare la vita che scorre davanti… insomma, ecco, diciamo che lo spiacevole episodio della scorsa settimana è stata la goccia che m’ha fatto perdere la pazienza :-) Scusate lo sfogo! E’ merito vostro se sono tornata a scrivere due righe oggi e, anzi, mo’ che ci  penso ho fatto seriamente preoccupare tutta la famiglia, gatta e cane compresi :-))
Adesso quindi, dopo tante riflessioni e pensieri filosofici, vorrei capirci qualcosa in più anche sullo zafferano: ho sbagliato marca oppure ho sbagliato ad usarlo io? No, perché il mio riso è rimasto dello stesso colore! Ora, premetto che si è trattato della prima volta che l’ho usato, ho scelto lo zafferano in polvere non trovando quello in fili ed ho seguito scrupolosamente le indicazioni d’uso riportare dietro la bustina (e questa la dice lunga perché io non seguo mai e ripeto mai le indicazioni) ma il risotto, per farla semplice, non si è colorato di giallo! Consigli?   
p.s. grazie ancora

2.Risotto con zucca e zafferano

giovedì 10 novembre 2011

RIFLESSIONI

Questo è il secondo post da quando ho iniziato a scrivere qui senza foto e senza ricetta. Non credevo l’avrei più fatto. Lunedì sera, solo per soddisfare la mia curiosità, come spiegato da Jasmine, ho verificato se le mie foto fossero state indebitamente utilizzate da qualche altra parte della rete. La scoperta non è stata piacevole.

giovedì 3 novembre 2011

MEZZE MANICHE SPEZIATE CON BROCCOLI E CAVOLFIORI

Ho nuovamente riacquistato un gran numero di riviste di cucina :-) Si lo so, in realtà, dovrei essere io a proporre abbinamenti e ricette nuove perché magari, che so, avete lo stesso numero di La cucina italiana e l’avete già mangiata :-) Quando però un piatto merita per semplicità e gusto merita e basta e, secondo me, è un bene dargli il giusto spazio… altro che quel maledettissimo soufflè… vabbè ma questa è un’altra storia che mi ha insegnato come non sempre si deve credere a tutto ciò che sta scritto su carta :-)
Comunque, tornando a noi e alla ricetta di oggi, la versione originale prevede un tuorlo da aggiungere in padella mentre si fanno saltare le verdure, io non l’ho messo… motivo? Beh ecco, è successo di essere rimasta traumatizzata con una carbonara… e quindi…

Mezze maniche speziate con broccoli e cavolfiore

lunedì 31 ottobre 2011

CAKE ZUCCA E AMARETTI

Come promesso nel post precedente, oggi cake autunnale :-) Nell’impasto c’è la zucca! Era dall’anno scorso che volevo provarlo, non solo perché io dolci con la zucca non li ho mai mangiati, visto che l’ho sempre e solo utilizzata come contorno, con porro e rosmarino, e nelle zuppe, ma anche per la curiosità di conoscere il sapore che ha se abbinato con gli amaretti. Per l’occasione non ho fatto nessuna aggiunta delle mie, anche se, poteva essere un bel motivo per far scoppiettare l’amaranto!! Vabbè, ormai è andata:-)... Felice Halloween A Tutti!!

1.Cake con zucca e amaretti

giovedì 27 ottobre 2011

CAKE CON RICOTTA E RIBES ROSSO

Lo so, cake decisamente poco autunnale. L’ho trovato per caso nel portatile dimenticato ormai da tempo proprio mentre ne andavo a postare un altro, autunnale :-) E’ fatto con la zucca! Finalmente ho avuto il coraggio di tagliarla e di utilizzarla, insomma dovevo pur farlo prima o poi :-) Comunque, zucca a parte, ricordate la mia crostata ai frutti di bosco, si? Ebbene, tra lamponi, more e mirtilli, avevo tenuto da parte il ribes (nella foto è nascosto dentro la ciotola in alto sulla sinistra) e l’avevo utilizzato per il cake sotto… risultato? Il contrasto ribes-ricotta è favoloso :-)

2.Cake ricotta e ribes

martedì 25 ottobre 2011

BLINIS AL GRANO SARACENO

Spesso accade, almeno a me, di voler provare una ricetta ma ogni volta che potrebbe essere tranquillamente realizzata di rimandare. E’ successo con i blinis sotto e non solo :-) Ora, sorvolando sul non solo, vi assicuro che è meglio così, credetemi sulla parola non fatemi andare oltre, vi dico subito che non li avevo mai fatti e mai mangiati prima. Dico pure, per chi ancora non li conoscesse, qua la vedo difficile, sono delle focaccine di origine russa a base di farina e lievito, perciò lievitate! Non ho seguito una ricetta precisa, sono più o meno tutte molto simili fra loro. Si servono di solito con panna acida per accompagnare salmone o caviale a Natale. Io ovviamente ho evitato ed ho optato per della semplice ricotta. Vero che a disposizione non avevo altro ma c’è da aggiungere, tra l’altro, che ultimamente la voglia di pasticciare/sperimentare/cucinare è ai minimi storici :-) Nonostante il bel pacchettino chiuso di amaranto che staziona ormai da un po’ in cucina. A proposito, lo sapevate che se messo in padella a scaldare scoppietta proprio come se fosse popcorn? Ecco, io no:-) Questo è il bello della rete, ogni giorno si scoprono nuove cose… comunque, per il resto, spero di essere giustificata o no? Ammetto che a volte manco di fantasia però questo è un periodaccio, sul serio, quindi ho preferito postare i blinis al posto del silenzio e anzi, mo’ che ci penso ho pure la ricetta di un cake che avrei dovuto darvi da tempo… a presto allora!

Blinis al grano saraceno

martedì 18 ottobre 2011

STRUDEL DI MELE

L’altro giorno, cercando di informarmi un po’ sull’origine e sugli ingredienti dei tortelli di zucca, visto che sabato ho avuto la fortuna di trovarne una intera anch’io altro che quel paio di spicchietti dell’anno scorso e poi basta, ancora me li ricordo, ho intravisto uno strudel di mele. A dire la verità ne ho visti più di uno, molto simili fra loro e tutti tremendamente invitanti. Sul momento non è stata folgorazione però, poco dopo, quando ho verificato di non avere in casa mostarda, in fondo chi l’ha mai utilizzata prima?, ho ripensato allo strudel. E caso ha voluto che nell’ultima spesa io abbia messo dentro al carrello delle mele renetta, di tanto in tanto mi piace preparare la mia torta di mele preferita, giusto per coccolarsi un po’ visto il periodo :-) Quindi strudel. Di mele ne ho usate solo due, sono state sufficienti. Tra gli ingredienti del ripieno ho aggiunto anche l’uvetta, i pinoli e per un attimo sono stata tentata di sostituire il pan grattato con gli amaretti sbriciolati, ma solo per via dell’obiettivo “voglio fare i tortelli di zucca mantovani” saltato :-) Per la base invece ho numerosi punti interrogativi, non m’ha convinta per niente, comunque ve la scrivo e se qualcuno ha la sua base perfetta, quella che funziona alla grande, me lo faccia sapere!!!!!!! Io intanto continuo a cercarla :-)))

Autunno

venerdì 14 ottobre 2011

MARMELLATA DI MELE COTOGNE

Un po’ di tempo fa credo di avervi già parlato di come i dolci con la mele e la cannella mi facciano pensare all’autunno, però avevo dimenticato di aggiungere che anche le marmellate di mele cotogne hanno su di me lo stesso effetto :-) Di fatto questa è una cosa che preparo ogni anno con le prime cotogne di stagione. Oh senza poi sottovalutare la gran simpatia che ho per la loro forma e il loro colore :-))) La ricetta l’ho presa in prestito dalla Tuki ed è semplicemente fantastica! Di diverso ci sono solo piccoli dettagli del tipo: sbuccio le mele (lo faccio con tutta la frutta non mia, ossia non proveniente dai miei alberi), unisco il succo dei limoni dopo aver messo lo zucchero e uso dosi doppie (tanto per essere sicura di averne una bella scorta per l'inverno). Per il resto è lei :-)

Vario

martedì 11 ottobre 2011

CASARECCE CON CREMA DI FINOCCHIO

Che c’è?? Un cucchiaio al posto di una forchetta nella foto?? Ehm… la verità è che andavo tremendamente di corsa (straaano ma se io non corro mai!! :-), ho afferrato la prima posata a portata di mano e ho scattato senza effettivamente pensare all’errore… però, in fondo, sono stata fortunata! Pensate un pò se ci fosse stato solo un coltello o un cucchiaino da caffè :-))) Comunque, a parte questo, la bontà del piatto non cambia :-) Anzi, direi proprio che questa cremina qui, nonostante sia di una semplicità disarmante, è candidata a diventare la mia preferita per l’inverno, che utilizzerò con maggior frequenza insomma :-)

Casarecce con crema di finocchio

venerdì 7 ottobre 2011

BANANA QUINOA CAKE

Vi ho mai detto che vi voglio bene?? Beh, credo proprio di siii :-))) Sul serio, magari sarò pure ripetitiva o a tratti noiosa, forse, ma non mi stancherò mai di ringraziarvi per l’affetto che mi dimostrate attraverso i commenti ai post o le mail inviate!!... insomma, avrei tante cose da raccontare e da condividere ma non oggi o almeno non tutte… ecco, ad esempio, potrei raccontarvi di come è nato il cake sotto :-)… grazie alla richiesta di un’amica! A dire il vero avrei voluto farlo con solo quinoa, ma poi ho pensato che forse non sarebbe venuto così bello alto, in fondo la proporzione tra farina e quinoa che uso, fino ad ora, non mi ha mai delusa, anzi! Ad ogni modo, trovo che il risultato sia ottimo, viene un dolce semplice e sorprendentemente morbido, adatto per la colazione e la merenda. Adesso però sono proprio curiosa di provare la quinoa unita a dell’altro, che ne so, magari a dell’amaranto?

Banana quinoa cake

martedì 4 ottobre 2011

ROTOLO CON MARMELLATA DI FICHI NERI

Dunque, nonostante una concatenazione di eventi a me poco favorevoli mi stia tenendo lontana già da un po’ dal blog, rete, ectect., ho tirato fuori la spianatoia ed ho fatto un rotolo :-)) Vabbè si, detta così è perché voglio scherzarci sopra ma, sul serio, senza far preoccupare nessuno, credo capiti un po’ a tutti avere un periodo decisamente no nel quale ogni cosa sembra andare storto, alla faccia di tutti i buoni propositi fatti. Ecco, si… questo è decisamente il mio! Beh mo’ basta, passerà, meglio passare alla ricetta del giorno :-) Trattasi di un rotolo farcito con dell’ottima marmellata di fichi neri, ovviamente fatta da me, le cui dosi possono essere raddoppiate benissimo e al posto del latte si può utilizzare la stessa quantità di acqua tiepida (meglio dirlo che non si sa mai… magari proprio nel giorno che decidete di provarlo siete sprovvisti della busta del latte, la bottega sotto casa è chiusa per turno, la macchina è dal meccanico e non potete raggiungerne un’altra, insomma… magari vi capita la stessa cosa che è successa una volta a me ma non volete rinunciare all’idea del rotolo:-)) Buono, semplice e viene bene anche con altri tipi di marmellate, anche se, con questa di fichi neri, penso possa interessare a un’amica in particolare :-)

Fichi neri

martedì 27 settembre 2011

PAIN D’EPICES AU CHOCOLAT

In genere mantengo sempre la parola data, sempre. Stavolta però non ci riesco, o almeno non come vorrei, e siccome oggi non ho nessuna intenzione di essere lagnosa, noiosa o brontolona sorvolerò su tutto :-) Perciò, prima che passi un’altra settimana dall’ultimo post, vi lascio il pain d’epices au chocolat visto un po’ di tempo fa dalla cara amica Vaniglia :-)

Vario

venerdì 16 settembre 2011

INSALATA DI QUINOA E RATATOUILLE

Eh no che non sono sparita, o almeno non ancora :-) Tanto lavoro arretrato, consegne da rispettare, appuntamenti vari e anche un po’ di stanchezza accumulata sono stati gli unici motivi che mi hanno tenuta lontana da qui, da voi e da tutto il resto :-) Nel frattempo, non so davvero come ho fatto, sono riuscita a non trascurare troppo la cucina e i miei sanissimi raptus verso qualsiasi forma di cibo nutriente, sano e leggero :-) Trattasi quindi di quinoa condita con le ultime verdure di stagione (carota, zucchina, melanzana e un bel peperone rosso) con delle foglioline di menta e dei rametti di timo da aggiungere sul piatto finito… ehm, cos’altro dire… ecco si, buona davvero :-)))

Insalata di quinoa e ratatouille

martedì 6 settembre 2011

MUFFINS CON PERE E ZENZERO

Ormai ne sono sicura, non riuscirò mai a sfornare un muffin degno di questo nome, dato che, dopo l’ennesimo tentativo, questi qua sotto assomigliano più a dei tortini leggermente aperti sopra:-) Inoltre, aspetto non poco importante, li ho fatti diversamente dal classico procedimento dei solidi e dei liquidi… insomma, direi che, si sono buoni, ma non c’entrano niente o quasi con i veri muffins:-) Sono stati però preziosi per utilizzare la farina di farro rimasta in dispensa da troppo tempo e quelle piccole pere dell’albero in giardino:-)))

Vario

venerdì 2 settembre 2011

ROTOLO PANNA E MIRTILLI

Nell’ultimo periodo, il rotolo sotto, è una cosa che ho preparato più volte. Ma così tante che oramai credo per davvero di essermi meritata la specializzazione in “come ti arrotolo un rotolo in maniera perfetta” :-) Si, lo so, dalla foto non si direbbe però, non so come sia stata la vostra prima esperienza in materia, ma la mia è stata oltremodo tremenda, che quindi ora, il mio arrotolamento lo considero perfetto :-) In pratica, la farcia, tanto amorevolmente preparata, non voleva starsene dentro neanche pregandola in tutti i modi :-) Vi lascio immaginare la scena, il risultato e il mio umore! Fallito una volta non ho potuto fare a meno di rifarlo ancora e ancora… insomma, non mi sono arresa per niente e ho continuato a sfornare rotoli per la gioia di casa :-) Detta così la cosa ora fa sorridere ma, credetemi, sul momento un po’ meno :-)

Rotolo panna e mirtilli

martedì 30 agosto 2011

BUCATINI AL PESTO DI MELANZANA

Credo di avervi già parlato de l’Antico e la Palme e di San Benedetto del Tronto (AP), vero?? Beh ecco, anche per quest’anno, tra il 26 e il 29 agosto, si è tenuto l’ultimo appuntamento per l’estate della mostra mercato dell’antiquariato più importante del genere, e io c’ero:-))) Scusate l’entusiasmo ma, a dire la verità, ho rischiato di non esserci, poi, molto in extremis mi verrebbe da dire, nel tardo pomeriggio di domenica sono andata… ehm… stavolta però il prossimo appuntamento non lo so, facciamo che m’informo, e poi vi dico:-)

1.L'antico e le Palme (SBT 26-29 agosto)

venerdì 26 agosto 2011

BLUEBERRY PIE AL GRANO SARACENO E MANDORLE

Visto che qua ultimamente fa troppo caldo per cucinare, in realtà fa troppo caldo per pensare di fare qualsiasi altra cosa, oggi sa va per "ripescaggio" di ricetta. Nel senso che la pie sotto l’ho fatta un paio di settimane fa, più o meno, non me lo ricordo neanche più. Brutto segno questo oppure dite che è colpa del caldo? Boh. Comunque, onestamente, avevo acceso il forno solo per terminare un pacchetto di farina di grano saraceno prima che facesse una brutta fine, povera:-)))) Buon fine settimana!!

1.Blueberry pie al grano saraceno

martedì 23 agosto 2011

INSALATA DI PASTA CON POMODORINI AL PESTO DI RUCOLA

Accidenti come vola il tempo, sembrano iniziate ieri le ferie e invece sono già giunte al termine! E anche quest’anno, nonostante tutti i buoni propositi, oltre a latitare parecchio nel mio e nei vostri blog, ho cucinato/sperimentato/provato davvero molto poco:-) Pazienza. Non riesco però a capire perché quando si ha la maggior parte del tempo per sé a disposizione da poter dedicare a tutto ciò che più piace o appassiona, in maniera più o meno seria, in ultimo, non si riesce mai a concludere niente, nulla, zero... ehm… è capitato a me :-) Mah, sarà stato questo gran caldo a tenermi lontana da forno, fornelli & co. che tanto ormai lo so, ne sono quasi sicura, fino a quando durerà non riuscirò a combinare niente di buono o perlomeno interessante… ma voi? Come avete passato le vostre vacanze?? E il ferragosto? Spero alla grande, perché se non altro, almeno una volta all’anno, è un bene concedersi un periodo spensierato e leggero! Solo che adesso, nel mio caso, rischio davvero di avere attacchi di nostalgia… no dico, poteva durare un po’ di più, che ne so… magari un tre invece che due di settimane:-))))

1.Insalata di pasta con pomodorini al pesto di rucola

martedì 9 agosto 2011

MELANZANE ALLA PARMIGIANA

O parmigiana di melanzane? Indipendentemente da quale sia il vostro modo di chiamarla, onestamente a me sembra un po’ come invertire il nome e il cognome di una stessa persona, il risultato della ricetta non cambia. La cosa buffa è che io, il parmigiano, l’ho detesto. Sul serio. Sin da piccola l’ho sempre tenuto cordialmente a distanza, nonostante gli innumerevoli tentativi e sforzi fatti da mia madre per convincermi a mangiarlo. Ebbene si, non ha dovuto inventarsi niente per le verdure… no vabbè, pure per le verdure, solo che con queste il problema si è risolto presto… con il parmigiano no, battaglia persa. Se non che, un bel giorno di un anno fa, per l’ora di pranzo, trovo sulla tavola una teglia di parmigiana di melanzane. Non so cosa sia stato a farmele assaggiare… beh ecco, a volte riesco a sorprendere anche me stessa… mi è piaciuta:-)))
Prima di scappare… al mare, finalmente, sono in ferie:-), volevo scusarmi se sarò un po’ assente, ma da casa va così… buona settimana!!

1.Parmigiana di melanzane

mercoledì 3 agosto 2011

TORTA AL CACAO ED ACQUA CON PESCHE E AMARETTI

C’è poco da fare, il bello del brutto tempo è quello che si può scegliere di restare in casa, accendere il forno senza troppi pensieri e senza troppe sofferenze per il gran caldo, cucinare cose coccolose come una bella torta al cioccolato e finire di godersi il resto della giornata. Ed è bello poter accantonare per una volta tanto i ritmi frenetici della settimana e cullare un po’ più se stessi :-) Beh ecco, domenica non è stata un granché bella, anzi, sembrava di essere in pieno autunno, sia per la pioggia che per la temperatura. Fortuna ha voluto che mi tornasse in mente una torta, al cioccolato, vista tempo fa da Liska e poi dei muffins al cacao visti invece dall’Ornella, così ho pensato che sarebbe stata ottima sia per la colazione che per il morale del lunedì :-)) Ho però variato gli ingredienti e ne ho aggiunti degli altri. Oh, a proposito, mo che ci penso questa è l’ultima settimana di lavoro prima delle ferie, no che importi a qualcuno, ma se mai ci fosse, niente paura, anche quest’anno si resta a casa cercando, perchè no, di farvi compagnia… connessione permettendo, ovviamente!! :-)))

1.Torta al cacao con pesche e amaretti

lunedì 1 agosto 2011

FRITTATA CON I PEPERONI

Ho sempre amato la semplicità. Ve ne sarete sicuramente accorti dal mio modo di cucinare:-) di scegliere e di presentare le ricette:-) Stavolta ho superato me stessa, credo davvero che questa sia una di quelle ricette con la lista degli ingredienti (e non solo, scusate ma oggi qua si va di fretta!!) più corta che ci sia:-))) ma non per questo poco gustosa, anzi, con i peperoni poi… di un buono!!

Frittata con peperoni

mercoledì 27 luglio 2011

POMODORI RIPIENI AL FORNO

Non so il vostro, ma il mio fine settimana, tempo a parte, è stato davvero piacevole. Non ricordo da quanto tempo non ne trascorrevo uno simile. No che abbia fatto chissà che cosa o sia stata chissà dove, ma è proprio questo il punto, ho ritrovato la stessa tranquillità e grinta che avevo ai tempi delle superiori, riuscendo così a liberare la mente dai tanti pensieri di lavoro, casa, famiglia ectect. e tanti da altri ancora :-)
Un altro punto positivo del fine settimana è stato essere riuscita a cucinare i pomodori ripieni al forno. Dopo averli visti un po’ ovunque, tra riviste e vostri post, non potevo rimandare ancora:-) quindi diciamo di aver approfittato del brutto tempo! Un bel temporale che ha riportato le temperature a livelli accettabili. Adesso però spero che torni il sole, neanche tanto il caldo eccessivo, quello no, ma il bel tempo si… dato che...  ho pure cominciato il conto alla rovescia dei giorni che mancano per l’inizio delle ferie:-)))

1.Vario

venerdì 22 luglio 2011

CAKE CON PESCHE E AMARETTI

Tohhh, roba da non crederci! Due post nella stessa settimana, e mo che è successo?:-)) No, scherzi a parte, la verità è che, spulciando l’archivio, è saltato fuori un bel cake… quando a volte di dice il caso :-)
Siccome poi, nell’ultimo periodo, sto faticando parecchio per riuscire ad essere presente qui cercando di non trascurare troppo il blog, tanto che i miei post da tre sono passati a due, e da due sono diventati uno a settimana, mi sono detta “se anche questa robina qua non è poi tanto recente e che, forse, l’avrete già cucinata, o forse no… :-) già che ho trovato la foto… posto ugualmente la ricetta” :-)

Cake con pesche e amaretti

lunedì 18 luglio 2011

CAKE AI MIRTILLI

Ho scoperto di avere una passione smisurata per i mirtilli. No che prima li ignorassi, anzi, però nell’ultimo periodo credo di esserne diventata dipendente :-)) A casa non mancano mai e, quando dico mai, significa che ci sono almeno due confezioni in frigo… ma dico, dopotutto sono facilmente deperibili, vero che prima di acquistarli osservo scrupolosamente ogni singola confezione (beh, quasi), ovviamente per essere sicura di portare a casa dei mirtilli sani, ma è che poi dico a me stessa che non si trovano mica durante tutto l’anno, mi riferisco a quelli di provenienza italiana, e quindi perché correre il rischio di rimanere senza proprio in questo periodo? Insomma, alla fine ne prendo sempre due di confezioni :-)
Così, dopo averli utilizzati per crostate varie, per lo yogurt bianco della colazione insieme a fiocchi di cereali vari, per i blueberry muffins, essiccati per i cookies, di certo non poteva non scapparci il cake :-))) … buona settimana!

vario

martedì 12 luglio 2011

CROSTATA DI FRUTTI DI BOSCO

Ehm… e no che non sono sparita, o almeno non ancora del tutto, a me blogger sta dando non pochi problemi in questo ultimo periodo e non so a voi. Comunque, a parte il non poter postare, commentare e visitare i vostri blog (non scherzo mica, spesso è apparsa la scritta “servizio non disponibile”, che poi boh, cosa vorrà mai dire sto “… non disponibile” quando un secondo prima si naviga a meraviglia, si vabbè ovviamente quando la connessione lo permette, e subito dopo il servizio si interrompe senza un motivo preciso (mah, i misteri di blogger)), c’è poi da aggiungere che ultimamente fa davvero troppo caldo. Preferisco perciò trascorrere le mie giornate in ufficio, molto ma molto lontana dalla cucina, perché lì almeno c’è l’aria condizionata:) Credo sia una cosa molto comune questa:) Visto che però cucinare è inevitabile, così come accendere il forno spesso lo è, anche solo per pochissimi minuti, stavolta mi sono organizzata per bene. In pratica, cucino la mattina presto. Direi un ottimo antidoto anticaldo da adottare visto che c’è pure uscito il dolce senza neanche troppa fatica:) Una crostata con more, mirtilli e lamponi freschi sopra. Buona, leggerissima e con queste temperature, tenuta rigorosamente in frigo fino al momento di servirla, ci sta alla grande:) Adesso però scusatemi… devo proprio correre in ufficio:)))

Vario

martedì 5 luglio 2011

CAKE ALL’ANICE CON ALBICOCCHE

Nonostante faccia troppo caldo ho finalmente trovato il coraggio di accendere il forno. Anzi, mo che ci penso, era davvero da un bel po’ che non l’utilizzavo per preparare uno di quei cake che tanto piacciono a me.
Quando voglio andare sul sicuro scelgo sempre la mia base preferita, la torta allo yogurt, poi magari apporto qualche piccolissima modifica o aggiunta, come quella fatta stavolta, del tipo semini d’anice e piccole albicocche. Lo ammetto, dopo aver visto le tortine di Sigrid con questi due ingredienti, non ho resistito, ho sfidato il caldo e ho preparato il cake per la colazione dell’indomani:)

Cake all'anice con albicocche

mercoledì 29 giugno 2011

LA NON RICETTA DEL MERCOLEDI’

Se c’è una cosa che più mi piace dell’estate è l’appuntamento fisso con L’Antico e le Palme. Ehm, lo so, ultimamente sto trascurando il blog e la cucina. La verità è che, con il caldo di questi ultimi giorni, la sola idea di accendere il forno o di cucinare qualsiasi cosa mi fa star male. L’unica nota positiva è stata aver trascorso un piacevole fine settimana a San Benedetto del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, dove si è svolta tra i giorni 24-27 giugno una tra le più importanti mostre mercato dell’antiquariato, con i migliori espositori ed esperti del settore, provenienti da ogni parte d’Italia. Il prossimo appuntamento? Ad agosto tra i giorni 26- 29 agosto… e io ci sarò:))

1.L'antico e le Palme (SBT 24-27 giugno)

venerdì 24 giugno 2011

CAKE CON QUINOA, ZUCCHINE E CILIEGIE

Se siete alla ricerca di un sanissimo cake da colazione, beh, ecco, l’avete trovato:)) Tanto per dirne una è fatto con le zucchine. Per dirne un’altra è fatto anche con le ciliegie, le mandorle e la quinoa nell’impasto, quindi già si ha la sicurezza di mangiare delle verdure e della frutta, tra altro, di stagione (bello no??!:)) e poi c’è la quinoa… insomma, dopo lo smoothie, direi un cake perfetto per un altro bel carico di vitamine e sali minerali:)
Oh, ovviamente il cake non sa di zucchine, serve solo a dare morbidezza all’impasto!
Buon fine settimana a tutti!!

Cake con quinoa, zucchine e ciliegie

martedì 21 giugno 2011

SMOOTHIE DI BANANE, MIELE E NOCCIOLE

Non so per quale strano motivo ma a me ultimamente capita di essere troppo stanca e di dormire veramente troppo poco la notte. Sarà il gran caldo di questi giorni o quelle maledettissime zanzare che svolazzano per la stanza, libere e felici che ogni rimedio preso per allontanarle non abbia funzionato, a tenermi sveglia ma, sul serio, non riesco più neanche a concentrarmi e stavolta il bisogno di ferie si fa sentire prima. Comunque, fatto sta, che se almeno non posso avere le ferie anticipate, posso almeno fare il pieno di vitamine e sali minerali con tanta frutta, yogurt e miele… con uno smoothie insomma:))

Smoothie di banane, miele e nocciole

mercoledì 15 giugno 2011

CROSTATA DI QUINOA E CILIEGIE

Dicevamo?? Ah la crostata di lunedì!! Si, lo so, avrei dovuto parlarvene ieri ma, sul serio, non ci sono riuscita nonostante mi fossi organizzata per tempo solo che, al solito, proprio quando meno te lo aspetti salta fuori l’ultimo imprevisto della giornata e ti vedi costretta a rimandare il tutto al giorno dopo, per la serie si fa quel che si può! (la possibilità di scrivere qui ahimé c’è solo di sera).
Prima però vorrei ringraziarvi di cuore per l’affetto e le bellissime parole che mi avete scritto graziegraziegrazie e non mi stancherò mai di ripetervelo!!
Dunque, ricordate le riviste che avevo acquistato un po’ di tempo fa? Ebbene, in quasi tutte si parla di ciliegie, ovviamente di dolci fatti con le ciliegie e di frolle, tanto che, non ho proprio potuto far finta di niente:) Dopo la Cherry pie dovevo pur provare qualcos’altro senza però allontanarmi troppo dal discorso crostata. E già che c’ero, ho approfittato per darmi alle sperimentazioni del tipo vediamo un po’ com’è la quinoa in una frolla che magari ci piace pure… risultato? Davvero sorprendente:)))    

2.Crostata di quinoa e ciliegie

lunedì 13 giugno 2011

DUE ANNI DI… “mentaeliquirizia”…

Oggi non è il mio compleanno ma è come se lo fosse. Sembra ieri ma sono già trascorsi due anni (accidenti come vola il tempo) da quando per gioco ho cliccato su “crea blog” senza sapere esattamente a cosa sarei andata incontro:) Beh, che dire?!? Sono proprio contenta di averlo fatto.

Senza mentaeliquirizia non avrei avuto modo di conoscere voi, di incontrare persone meravigliose come voi, e non avrei avuto modo di poter condividere un pezzetto della mia vita, tra i tanti alti e i tanti bassi della quotidianità, ma anche di trafficare in cucina tra pentole e fornelli, e di entusiasmarmi per un muffin ben riuscito o di fronte ad uno stampo diverso dal solito:)

La verità è che se non ci foste voi, con il vostro affetto e il vostro entusiasmo, non ci sarebbe nemmeno mentaeliquirizia… ecco, si… non avrebbe senso di esistere e per me di andare avanti!! GRAZIE di cuore a tutti coloro che in questi due anni mi hanno seguita e letto costantemente, strappandomi spesso e volentieri un sorriso attraverso le proprie parole, ma anche a tutti coloro che sono finiti fra queste pagine, anche una volta soltanto, senza lasciare traccia del proprio passaggio…

GRAZIE A TUTTI PER AVER REGALATO A MENTAELIQUIRIZIA UN MOTIVO DI ESISTERE!

Vario

mercoledì 8 giugno 2011

INSALATA DI PASTA CON FAGIOLINI, FAVE E POMODORINI

Ora più che mai, con il caldo e la bella stagione, le insalate di pasta diventano le protagoniste in tavola. A renderle mai banali ma sempre molto interessanti è la possibilità di poter variare il formato e il tipo di pasta stessa, e infatti io stavolta l’ho fatta con gli spaghetti di farro. No, sul serio, credo siano una valida alternativa alle classiche insalate di riso, buonissime per carità, ma molto più scontate, nel senso che si diversificano fra loro solamente per la qualità del chicco e molto poco per la forma… il chicco è il chicco. Pensate invece ai diversi formati di pasta in commercio, alternandoli, a me danno la sensazione di non mangiare sempre la stessa cosa… si, d’accordo, se uno di volta in volta cambia anche le verdure e il condimento è meglio!
Comunque, aspetto non meno importante, l’assenza della pasta a tavola per me equivale a non aver fatto un pasto completo e, nonostante io sia sempre di fretta e sempre in ritardo su tutto, è davvero l’unico piatto al quale non rinuncio… :-)

Insalata di pasta con fagiolini, fave e pomodorini

venerdì 3 giugno 2011

CHERRY PIE ALLE MANDORLE

Nell’ultima settimana, senza un motivo ben preciso o perché cercassi qualcosa in particolare, ho acquistato un gran numero di riviste di cucina. Le ho prese solo per il piacere di sfogliarle e di leggerle. Oh, e anche per provare le ricette naturalmente! Ecco, una tra le tante è la cherry pie alle mandorle qua sotto adocchiata, sull’ultimo numero di sale&pepe, sabato sera proprio un minuto prima che crollassi dal sonno davanti al portatile ancora acceso… ehm, dovete sapere che di sera, mentre navigo in rete, vista la lentezza della connessione, faccio anche dell’altro, del tipo… fare la lavatrice o rimettere a posto casa, ma anche leggere e occuparmi di Nico, insomma tutte cose compatibili con la velocità di caricamento delle pagine… solo che sabato sera non sono riuscita a fare niente di tutto questo e, prima che m’addormentassi sul serio, fortuna ha voluto che posassi lo sguardo sulla cherry pie! E poi me ne sono andata beatamente a nanna contenta di non aver usato tutte le ciliegie del mio alberello per la marmellata del giorno prima che, visto la grande abbondanza di quest’anno, andava proprio fatta!

1.Cherry pie alle mandorle

giovedì 26 maggio 2011

RISOTTO CON ASPARAGI E FAVE

Onestamente le fave in un primo non le avevo mai mangiate e, a pensarci bene, non le avevo mai nemmeno cucinate. La normalità a casa è sempre stata quella di mangiarle fresche insieme a pane e a olio. Ho sempre evitato di provarci ricordando gli esperimenti e i tentativi di mia madre… ecco si, le cucinava per ore, buccia compresa, in padella con tanta cipolla affettata, olio e un filo d’acqua. Non ricordo altro. A quei tempi era lei che si occupava della cucina e ne sono sicura, o quasi, si trattava proprio di ore. Mah… va a capire poi perché dato che basta sbollentarle per un minuto in acqua bollente!
E mentre 'sto qui a parlarvi di fave e di ricordi non avete idea di quante ciliegie mi sia già fatta fuori in questo momento, sono dell’albero del giardino dietro casa… vabbè su, no che non ho scordato la promessa che vi ho fatto qualche mesetto fa… ma, sul serio, le ciliegie che sto mangiando provengono proprio da lì e ne sono tante, quindi adesso ben vengano suggerimenti su come utilizzarle… sempre che non le finisca prima!!

Risotto con asparagi e fave

martedì 24 maggio 2011

CROSTATA DI FRUTTA SECCA

Ultimamente ho come la sensazione che avere un po’ di tempo da dedicare a se stessi (e al blog!!!) sia diventato un lusso… e quindi altra giornata da post telegrafico, devo proprio uscire… Comunque, ricetta nata quasi per caso, dopo aver visto in casa mandorle e nocciole in gran quantità, un barattolo di miele e della pasta frolla avanzata e fatta con farina di farro. Il risultato mi ha entusiasmata e non poco, è venuta fuori una crostata molto rustica e molto sana, anche se poco primaverile… in fondo, però, la frutta secca come il cioccolato non conoscono stagione! Buona settimana a tutti

Crostata di frutta secca

venerdì 20 maggio 2011

MADELEINES ALL’OLIO CON MIELE, LIMONE E ROSMARINO

In realtà non lo sono. L’impasto è simile a quello del cake con olio, miele e melograno ma con, al posto del melograno, il limone. Ho aggiunto poi del rosmarino, dopo aver visto il cake qui, tanto ero curiosa come sarebbe stato assieme al limone, e infine ho cotto il tutto nello stampo delle madeleines. Ma in realtà non lo sono e, anzi, non provate a far riposare l’impasto nel frigo un paio d’ore!! Ovviamente io c’ho provato e risultato? Ehm, ecco… lo storia dello choc termico non ha funzionato!... buon fine settimana!

1.Madeleines all'olio con limone, miele e rosmarino

mercoledì 18 maggio 2011

FRITTATA CON ASPARAGI

Non so da voi, ma a casa mia gli asparagi in questo periodo non mancano mai, ne conservo sempre una bella scorta nel frigo. Credo davvero che ormai tutti, anche i muri, abbiano capito che li adoro tantissimo, e quindi per la serie più semplice di così si muore… li ho usati per fare una frittata. Stavolta però ho aggiunto all’impasto un cucchiaio di panna fresca ma solo per renderlo più soffice rispetto al solito. Non c’è che dire… ho sempre considerato la frittata in genere un tipico piatto ideale per chi è sempre di corsa durante la settimana e per chi ha poco tempo a disposizione da dedicare ai fornelli, quindi poco gustoso proprio perché si prepara velocemente… e invece no! Con gli asparagi poi… di un buono!!

3.Asparagi

lunedì 16 maggio 2011

BIGNE'

Devo proprio confessarlo. Ho sempre avuto un timore reverenziale per alcune delle preparazioni base più importanti, tipo la pasta sfoglia, troppo lunga e con troppe pieghe da fare, oppure il pan di spagna, un’impresa farlo gonfiare senza unire il lievito all’impasto, oppure la pasta choux o pasta per bignè. Un timore così forte che mi ha sempre bloccata nel prepararle io stessa. In realtà nell’insieme metterei anche i macarons, che con gli impasti base non c’azzecca niente ma il timore ce l’ho anche per loro e, dato che sono solamente al secondo tentativo fallito, tra l’altro ognuno rigorosamente fotografato, quasi quasi mi vien voglia di preparare un post specifico dal titolo “suggerimenti??”, non sarebbe mica male!! Comunque, tornando al discorso di prima, domenica scorsa non potendo uscire di casa per impegni vari, ed essendo la festa della mamma, ho provato a fare i bignè, non volevo lasciarla senza dolce!! La ricetta è della cara amica Milena (grazie!!!), ho solo dimezzato le dosi, per il resto sono loro. Risultato? Dei bignè perfetti!!... vabbè si, magari per la forma devo lavorarci ancora dato che è stata solo la prima volta che ho usato la sac à poche, ma è che si sono gonfiati talmente bene e… di sicuro Maria Pia, la mia pasticcera di fiducia, mi vedrà molto meno!
Due piccolissime note. La prima è che parlando di festa della mamma mi è tornata in mente la lavanda fotografata sotto… ne ero alla ricerca perché volevo utilizzarla per preparare i biscotti alla lavanda, e un bel pomeriggio di giugno dello scorso anno, tornando a casa dal lavoro, vedo proprio lei, mia madre, sventolare un bel mazzo di lavanda felice per avermela trovata… le voglio davvero un gran bene… ehm, i biscotti? Beh ecco, non li ho mai fatti… ho però utilizzato la lavanda per confezionare dei sacchettini profuma biancheria. Li conservo ancora.
La seconda è che da un paio di mesi ho avuto la fortuna di conoscere Alessandra, una ragazza straordinaria, che mi ha proposto una piccolissima collaborazione, in pratica una volta al mese pubblicherò una ricetta nel suo blog, ho felicemente accettato!!
Sarò un po’ assente in questi giorni così ne approfitto qui per augurarvi una buona settimana... blogger permettendo!

Bignè

lunedì 9 maggio 2011

GNOCCHI DI PATATE CON PESTO DI ZUCCHINE

Il pesto sotto, ecco, si, proprio quello che vedete qua sotto, l’ho preparato diverse volte durante gli ultimi giorni, e devo dire che, oltre ad essere tremendamente semplice, è anche tremendamente buono. La ricetta non è del tutto mia. In realtà, accorgendomi di avere in frigo un tot di piccole zucchine, mi è tornato in mente il pesto fatto l’anno scorso con la rucola fresca, e così, chiedendomi se potesse essere fatto anche con le zucchine, ho controllato in rete se magari l’idea fosse già venuta a qualcuno. Ebbene si, grazie alla carissima Claudia (tesò grazie!) l’ho immediatamente preparato, utilizzandolo poi per condire gli gnocchi, quelli un po’ più sotto… il risultato? Anche questo tremendamente buono!

Pesto di zucchine

mercoledì 4 maggio 2011

TORTINE DI CAROTE

Tanto per essere originali, con ancora la fissa delle carote in testa, durante il fine settimana, ho fatto anch’io le camille! Anzi, veramente ho fatto le mini Kugelhopf-camille. Carinissime vero? Beh scusate ma, ogni volta che riesco a trovare uno stampo nuovo, presa dall’entusiasmo, devo proprio provarlo con la prima ricetta che ho in mente. Sarà che, dalle mie parti, è davvero un’impresa trovarne di diversi da quelli classici a forma di tortiera o ciambella, o sarà che la forma del Kugelhopf mi piace davvero tanto. Comunque, oltre ad essere belle, sono pure buone e… siccome oggi sarebbe per me un giorno un po’ speciale, ovvero il compleanno della sottoscritta, fatto di grandi pensieri e somme da tirare, altro che quelle che si fanno a fine anno, stasera le preparo nuovamente per averle giovedì mattina a colazione... così almeno ho qualcosa in grado di addolcire il risultato!

Tortine di carote

venerdì 29 aprile 2011

TORTA DI FRAGOLE

Certo che sono proprio belle, non trovate? Le fragole mi piacciono da sempre, sono la mia infanzia e la casa dei nonni in primavera, l’aria fresca del mattino e il profumo delle mie colazioni… la cosa buffa è che ho sempre evitato di preparare dolci e torte che le contenessero. Il motivo è semplicissimo… a me vanno giù nell’impasto! Stavolta però, con una puntina d’orgoglio, posso vantarmi di essere riuscita a farle rimanere in superficie… o quasi

Fragole

martedì 26 aprile 2011

BISCOTTI AL CIOCCOLATO

Ehm, vabbè, sono onestamente dispiaciuta: questi qua sotto dovrebbero essere i chocolate crinkle cookies ma a me non sono venuti con le crepe. Va a capire poi perché! Comunque sia, ho trascorso l’intero fine settimana felicemente in famiglia e, tempo a parte, brutto ovviamente, direi che quest’anno è andata proprio bene. Adesso però ho iniziato a risolvere il problema di come poter smaltire il cioccolato delle uova di Pasqua, problema abbastanza comune in questo periodo, credo! A parte questo, era davvero da tanto tempo che avevo voglia di provarli e quindi li ho fatti e, anche senza crepe, il risultato è ugualmente irresistibile!!

Biscotti al cioccolato