martedì 25 gennaio 2011

PARROZZO

Sto seriamente pensando di aprire una rubrica di ricette regionali… tra Sassi, Castagnaccio, Kugelhopf, Bocconotti e Brutti ma buoni ora tocca al Parrozzo. Lo conoscete vero? Nooo!! Allora dovete assolutamente rimediare! Tipico dolce della tradizione pescarese, solitamente va alla grande sotto il periodo natalizio ma, in realtà, si trova durante tutto l’anno. C’è da dire che raramente acquisto dolci del genere, e no perché non mi piacciano o per chissà quale strambo motivo, ma solo perché non li ho mai trovati di produzione artigianale, ma sempre e solo già confezionati. Quindi, la prima volta che l’ho visto da Ady (sissisi proprio lei, la Ady della mia torta di mele!) l’ho provato. Solo che, non avendo il tipico stampo a forma di cupola, non l’ho mai proposto qui. No che a forma di classica torta sia da disprezzare e solo che, a forma di cupola, fa tutt’altra figura! Bene si, proprio come per il Kugelhopf! Anche se, in realtà, il mio si è trasformato in tante piccole e dolci cupoline…

1.Parrozzo

Ingredienti:

- 100 gr. di semolino
- 100 gr. di mandorle
- 170 gr. di zucchero
- 6 uova
- Buccia grattugiata e succo di un limone biologico
- Farina
- 100 gr. di cioccolato fondente

Parrozzo

Tritare finemente le mandorle nel mixer insieme a due cucchiai di zucchero. A parte montare a neve ben ferma gli albumi con lo zucchero, facendo attenzione a versarne poco alla volta. Aggiungere il semolino alle mandorle e unire il tutto delicatamente agli albumi, insieme agli altri ingredienti, o meglio ai tuorli leggermente sbattuti, alla buccia e al succo del limone, e a due cucchiai di farina.
Versare il composto negli stampini precedentemente imburrati e infarinati. Infornare a circa 160° per circa 25 minuti.
Nel frattempo, sciogliere il cioccolato a bagnomaria, facendo attenzione a non far bollire mai l’acqua e ad evitare il contatto fra contenitore e acqua.
Raffreddati i parrozzi, ricoprite la superficie con abbondante cioccolato fuso.

UN ABBRACCIO!!!

114 commenti:

  1. Credo che sia buonissimo!!!Meno male che non siamo golosi.....in casa!!!!!!!Buona giornata deny

    RispondiElimina
  2. non conoscevo questo dolce direi che secondo me è molto bello proporre ricette della propria regione!

    RispondiElimina
  3. Guardare queste cupoline è come leggere una poesia.Adoro i dolci della tradizione e dopo i brutti ma buoni,sta sicura che li rifaccio anch'io!!Io c'è l'ho la cupolona gigante,ma questi piccini mi ispirano di più!!
    E "rrìbbravissima" come sempre bella Marifrà!!

    RispondiElimina
  4. non l'ho mai assaggiato ma sembra buonissimo!

    RispondiElimina
  5. si che lo conosco i miei genitori hanno una casa a Roseto degli Abruzzi e io ho sempre passato le estati lì x cui ....questa versione mignon mi piace moltissimo.Bravissima

    RispondiElimina
  6. Nemmeno io conoscevo questo dolce!Già dagli ingredienti però mi stuzzica parecchio, dev'essere buonissimo!
    Grazie per averlo condiviso con noi!
    Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  7. Lo adoro ^__^ la prossima volta devo provare questo procedimento "al contrario" ;) Bacioni

    RispondiElimina
  8. ecco mi manca, ma visto il risultato eccezionale devo farlo quanto prima! brava!baci!

    RispondiElimina
  9. Che bellissimo dolce non lo conosco ma lo voglio provare deve essere buonissimo!!!Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  10. vedo che non sono la sola che ignorava la presenza di questo dolcetto!

    RispondiElimina
  11. Ciao! no non lo conoscevo ma ora mi hai fatto venire una voglia... grazie!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ho letto anch'io un po' di tempo fa in questo dolce... questa versione monodose è golossissima... anche se temo che assaggiandoli non mi fermerei a uno!

    RispondiElimina
  13. Fatto con il semolino...affascinante,lo assaggerei molto volentieri!Bellissimo scatto poi!

    RispondiElimina
  14. mi stuzzica parecchio.mhmmm buono!!baci

    RispondiElimina
  15. E' da tanto che voglio provare a farlo, ma non avendo lo stampo a cupola alla fine non mi decido mai...cosi' in versione mignon è delizioso.

    RispondiElimina
  16. Buoni, belli e interessanti.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  17. complimenti per la ricetta!! Il parrozzo non l'ho mai mangiato però come dici tu nel periodo natalizio è girato molto sui blog!!! Ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  18. Non conoscevo il parrozzo...sentito nominare si, ma mai mangiato nè fatto.
    La ricetta non mi sembra neppure difficilissima...dici che una pasticciona come me ci può provare?
    baci

    RispondiElimina
  19. wow li conosco di nome tesoro ma nn li ho mai provati e poi adoro questa tua rubrica mi da la possibilità di conoscere dolci e piatti di altre citta che magari conosco ma nn ho mai provato, mi sa che è arrivato il momentooooooooo,sono troppo golosi!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  20. wow che golosità ... brava come sempre !!!
    Un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  21. caspita, dev'essere buonissimo! L'idea della rubrica di cucina regionale è molto valida. Un bacione!

    RispondiElimina
  22. che buono ... poi ricoperto tutto di cioccolato è buonissimo!!!

    RispondiElimina
  23. amo i dolci regionali anche perché hanno sempre dei nomi buffi :-)
    ma qui non c'è niente su cui scherzare: che buoni devono essere?!

    RispondiElimina
  24. sai che buffo? non avevo mai sentito nominate il parrozzo fino ad un mese fa, quando per lavoro ho dovuto farne una fotografia.... e ora lo trovo da te! ma brava :)

    RispondiElimina
  25. Non riesco a capire se lo conosco o no sai? Il nome no ma a vederlo sembra così familiare, vabbè ho capito dovrò farlo anhce io per scoprirlo =)

    RispondiElimina
  26. Numca ya probado pero lo nombre es familiar... Esta com un aspecto delicioso este dulce.
    Beijinhos

    RispondiElimina
  27. che aspetto goloso che hanno!!

    buona giornata, a presto!!

    RispondiElimina
  28. Ma che brava... e che delizia, complimenti!

    RispondiElimina
  29. Lo conosco molto bene...e lo faccio spesso...sono abruzzese! I miei preferiti però sono i Pan d'amore...dei piccoli parrozzini a forma di cuore...per san valentino sono un'idea carina! Ti seguo sempre con piacere!

    RispondiElimina
  30. Ma che voglia di riassaggiarne un pezzettino!
    Molto brava Mari come sempre :-)

    p.s. a me piacciono tantissimo le ricette regionali!

    RispondiElimina
  31. sono bellissimi, e li immagino anche buonissimi.

    RispondiElimina
  32. Brava! fai bene a far conoscere queste ricette regionali, son ottime e ben eseguite! sto parrozzo è perfetto! io l'ho sempre mangiato già fatto... sicuramente il tuo è ancor più buono!

    RispondiElimina
  33. io non lo conosco... ma sono felicissima di fare la sua conoscenza... sento già che diventeremo grandi amici...bravissima come sempre.. un bacio

    RispondiElimina
  34. ma sai che proposto cosi, in singoli bocconcini, è ancora più invitante?

    RispondiElimina
  35. Non lo conosco...ma sembra davvero buonoooooooo!!!!

    RispondiElimina
  36. Molto invitante! E poi è anche senza latticini, lo proverò!:-)

    RispondiElimina
  37. Heilà, sai che questa ricetta l'ho portata ad Alice tv il 28 dicembre credevo l'avessi vista lì ;)
    Ha riscosso molto successo, è un dolce tutto sommato semplice come buona parte dei dolci abruzzesi, e poi lo sai che esistono e sono in vendita i mini parrozzini??
    Beh tu li hai fatti e sono davvero carini, bravissima! Un abbraccio

    RispondiElimina
  38. marianna se non mi odi per questo... visto che adoro il tuo blog vorrei omaggiarti con questo premio :)
    http://mysaltysweetkitchen.blogspot.com/2011/01/ok-right-just-this-time.html

    RispondiElimina
  39. Forse sono una voce fuori dal coro, ma in genere i dolci tradizionali non mi attirano moltissimo: li trovo spesso troppo sobri (e io in fatto di dolci temo di essere un po' una "coatta": mi piacciono ricchi, con creme, glasse, cioccolato, panna etc etc).
    Ma questi parrozzi - che conosco, ma non ho mai assaggiato - mi fanno invece una gran voglia.
    Proverò, prima o poi.
    Saluti

    RispondiElimina
  40. Il parrozzo trasformato in cupolina è bellissimo e golosissimo, complimenti! Devo proprio decidermi di farlo! Io amo i dolci tradizionali, e adoro conoscere le varie ricette regionali! Tanti baci

    RispondiElimina
  41. L'ho semrpe sentito nominare ma non avevo idea nè di come fosse.. nè di cosa fosse composto.. Mi sembra proprio buono!!!! smackkk e buona giornata .-)

    RispondiElimina
  42. Non lo mangio da una vita, e sembra anche facile da riprodurre quindi lo farò senz'altro!

    RispondiElimina
  43. Ogni nuovo blog che incontro mi lascia stupefatta. Sei bravissima, complimenti davvero.

    RispondiElimina
  44. ma sai che io lo vedo e dico 'sto parozzo è da provare...e poi? NOn lo provo!!! Ora con le tue indicazioni non devo più rimandare! bacio

    RispondiElimina
  45. Penso che dovresti mandarmene qualcuno da assaggiare....così ti saprò dire se è buono!!!!!!!!!!!!!!!!Ne sono sono buonissimi....

    RispondiElimina
  46. Non li conoscevo, saranno sicuramente buonissimi!! Marianna, c'è sempre una luce bellissima nelle tue foto, brava!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  47. Cara, ho sempre mangiato il parrozzo abruzzese perchè frequento da tanto tempo il Parco Nazionale d'Abruzzo...credo che la versione, pur con qualche piccola differenza, sia sempre la stessa, almeno dall'aspetto...non sapevo che ci andasse il semolino, mi tenta moltissimo questa ricetta, tanto tanto tanto...

    RispondiElimina
  48. Ma lo sai che non l'ho mai mangiato? devo rimediare assolutamente perchè mi ispira un sacco il tuo...è davvero una bontà unica! Bravissima! E...se apri una rubrica di ricette regionali credo che farai felici molte di noi! ;-) Adoro i dolci della tradizione

    RispondiElimina
  49. Non abbiamo mai assaggiato il parrozzo ma pensiamo che sia buonissimo! Il tuo a forma di cupola è stupendo!
    Baci da Alda e Mariella

    RispondiElimina
  50. Mi segno la ricetta mai assaggiato ma sempre sentito!!intanto la salvo!1
    bravissima baci Anna

    RispondiElimina
  51. mai provati....devo dire che sono molto invitanti....intanto ne prendo uno:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  52. Da tanto tempo mi riprometto di farli, poi ci sono sempre troppe cose! Ho anche gli stampini, gli stessi che faccio le delizie al limone!! Intanto stampo, i tuoi sono bellissimi

    RispondiElimina
  53. Io non conoscevo minimamente questo dolce..e quindi doppio grazie: per la ricetta e per avermi "delucidata"!!Baci, Flavia

    RispondiElimina
  54. per me questo dolce è una completa novità, dall'aspetto sembra buonissimo, continua con i "tradizionali" se questi sono i risultati....abbraccissimo
    ciao Reby

    RispondiElimina
  55. ciao,
    grazie per la tua visita
    il parrozzo è un dolce che conosco, sono un po' perplessa per la monoporzione, perchè è un dolce piuttosto asciutto .

    ma tu l'avrai certamente provato.

    ti seguirò...seguimi anche tu

    ave

    RispondiElimina
  56. Golosissimi questi parozzi, da provare visto che non li ho mai assaggiati! Buona serata!

    RispondiElimina
  57. O fame ora...che devo dire...tutto e bello !!!!

    RispondiElimina
  58. ...è proprio vero che tutta l'Italia è un mix di profumi e sapori inimitabile: si mangia benissimo in ogni regione! :) mariiiii tesoro, che goloso il tuo parrozzo!!io non l'ho mai assaggiato...ma lo sai che era il dolce preferito di Gabriele D'Annunzio?!?!? :) cupola o no, io me ne prendo una fettona :) un abbraccione grande...

    RispondiElimina
  59. Non l'ho mai assaggiato ma conosco il Parrozzo!! Dalle foto sembra divino... ^_-
    Franci

    RispondiElimina
  60. Io non lo conoscevo,però sembra simile ai nostri sospiri al cioccolato,comunque sia,vado pazzo per i dolci devono essere buonissimi questi"Parrozzi"

    Ciao Marifra

    Buona serata!!

    RispondiElimina
  61. Mai sentito nominare..che bello imparare cose nuove.
    L'aspetto è molto invitante come vorrei averne uno adesso.
    Sonia

    RispondiElimina
  62. Non conoscevo questo dolce ma l'aspetto è davvero invitante.. :-)

    RispondiElimina
  63. Deny,Anna,Damiana, Caia: un abbraccio grazie!!!!!

    Claudia: Roseto? Ma dai, non abito molto lontano!!! Magari alla prossima fammi sapere quando ci torni!Un abbraccio

    Meggy: grazie carissima e un bacione a te!

    Federica: ormai è da un pò che uso la ricetta di Ady e mi sono sempre trovata bene... ma anche il tuo non scherza mica, quanto mi piace la versione con arancia e mandarino!!!!!Un abbraccio

    Federica, rossella, luby, Nepitella, Passiflora: grazie un abbraccio care!!

    Alessandra: ma grazie! Troppo troppo gentile! Un abbraccio

    Rossella, Elenuccia, Angicook: grazie un abbraccio!!!

    Valerio: grazie!!!Un abbraccio

    Simo: ma certo!!! E se ci riesco io.. che di pasticci ne combino parecchi!!!!!!!! Un abbraccio

    Imma: che dolce che sei! Un abbraccio

    Viaggiatori, Dada, Vasellina, Nena: grazie!!!!!!!! Un abbraccio

    Babs: grazie cara Barbara! Un abbraccio

    Cey, Catarina, Nasussa, Barbara: un abbraccio e grazie!!!!!

    Strawberryblonde: davvero!! E di dove? Sai che a forma di cuore non li ho mai visti! Grazie.. Un abbraccio

    Felix, Eleonora: Grazie!!!!Un abbraccio

    Terry: carissima ma che bello averti qui!!!!!!Un abbraccio

    Fabiana, lerocherhotel: un abbraccio e grazie!!!!!!!

    Vanessa, QCne: un abbraccio!!!!!

    Ady: ma che onore!!!!! Ady, ti seguo da anni!!! No, davvero, non scherzo mica e una volta ci siano viste e parlate... un abbraccio a te!!!!!

    Serena: ma grazie carissima!!!!!! arrivo!!! Un abbraccio

    Duck: grazie! Un abbraccio

    Ornella, Claudia, Vicky: un abbraccio e grazie!!!!

    Tinny: troppo gentile grazie!
    Un abbraccio

    Lo, Stefy, Elena: grazie, un abbraccio!!!!

    Laura: Non sai cosa darei io per poter andare al Parco Nazionale! Mai stata, dev'essere bellissimo....grazie! Un abbraccio

    Claudia, Alda e Mariella, ranapazza, unika, Solema: grazie care un abbraccio!!!

    Flavia, Rebecca, Chiaretta: grazie un abbraccio!!!!!!!!!!!!!

    The white cannage: grazie! La monoporzione non è male, anzi ti dirò che la trovo molto più pratica... ti seguirò anch'io!!
    Un abbraccio!!

    Sara: grazie! Un abbraccio

    Eleonora: grazie troppo gentile! Un abbraccio

    Marzia: tesoro carissimo!!!!!! E già , il parrozzo è un dolce importante! Un abbraccio grande a te!

    Francesca: grazie!!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  64. Franz: sai che invece io i sospiri al cioccolato non li conosco! Devo rimediare! Un abbraccio e grazie!

    Sonia: grazie!!!!!! Un abbraccio

    Pasticcina: ma grazie! Un abbraccio

    RispondiElimina
  65. ¡Delicioso sin duda alguna! Buena semana

    RispondiElimina
  66. Conosco molto bene questi ottimi dolcetti regionali,li adoro proprio per il loro sapore semplice ma particolare...bravissima!!!Grazie per la ricetta,ma lo stampo grande eventualmente scusami come deve essere non ne ho mai visti in commercio :( apposta per il parrozzo?Nel caso i tuoi mini sono comunque un ottima alternativa,fanno figura davvero!!

    RispondiElimina
  67. Buonissimi, li ho conosciuti da poco e mi sono piaciuti u sacco. Un dolce delizioso, credo che la sezione dolci regionali avrebbe molto successo!
    Un bacione

    RispondiElimina
  68. il nome è insolito
    ma saranno ottimi
    e poi gli ingredienti non mentono
    baci katya

    RispondiElimina
  69. parrozzo.... no mai sentito però direi quanto meno goloso a vederlo!
    i dolci della tradizione andrebbero ripresi senza dubbio!!
    baci
    Vero

    RispondiElimina
  70. Anche tu non scherzi con le ricette della tradizione, sei molto brava ad interpretarle.
    Mandi

    RispondiElimina
  71. Complimenti per i parrozzini e' un dolce che conosco molto bene ed e' molto buono, il tuo poi a vederlo in foto e' perfetto .Complimenti un saluto .Fausta

    RispondiElimina
  72. Hai un blog meraviglioso, complimenti veramente, ti seguo molto volentieri.

    Elisa

    RispondiElimina
  73. Grazie di essere passata dal mio blog!! Il tuo è molto bello e interessante e questi parrozzi mi intrigano moltissimo..Io sono una blogger da poco e mi sto diveretendo un mondo a scoprire tante cose nuove, specie in cucina dove non si impara mai abbastanza..Un po'come nella vita. Un abbraccio, buona giornata e torna pure a trovarmi appena puoi. Ah..Naturalmente l'invito è esteso a tutti, mi trovate qui http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.com/!!Cris

    RispondiElimina
  74. mmm non lo consocevo, interessante!

    RispondiElimina
  75. Le ricette di tina26 gennaio 2011 10:49

    Mi piace!dev essere delizioso!buona giornata cara

    RispondiElimina
  76. Ciao!!
    sono arrivata qui leggendoti nel blog di Cristina (http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.com) e mi ritrovo una meravigliosa ricetta di un dolce che adoro!!!!
    il mio papà è abruzzese e quindi conosco benissimo questo dolce,ma non ho mai pensato di trovare la ricetta e provare a farlo!!!
    complimenti per il blog!!!
    ti verrò a trovare nuovamente!!

    RispondiElimina
  77. ehi grazie (sia delle congratulazione che di essere passata!)....
    forse abbiamo trovato una destinazione su dove andare!!! :) appena sarà un pò più sicura lo svelerò!! ora girellerò un pò nel tuo blog (,mmmm che fameeee...)
    buona giornata

    RispondiElimina
  78. Queste palline sembrano pericolose... di quelle che non ti fermi più se cominci. Sono davvero golose e carine. E per me nuove, non le conoscevo affatto.

    RispondiElimina
  79. Tu apri, apri, l'importante che mi apri anche la porta quando arrivo ad assaggiare :-D
    Un bacione e non commento più le foto, sei grande :-)

    RispondiElimina
  80. si lo conosco di nome ma non l'ho mai assaggiato, il tuo è davvero spledido chissà come sarà buono ciao Luisa

    RispondiElimina
  81. ma guarda un po'.... sono venuta a sbirciare per ricambiare la visita e trovo un blog bellissimo... e una ricetta davvero inaspettata... per me che sono piemontese, è davvero un dolce nuovo! Proverò sicuramente.. evvai una nuova ricetta nella to do list!

    RispondiElimina
  82. ti sono venuti benissimo quei mini parrozzi!!!!
    bravissima
    ciaoooo

    RispondiElimina
  83. Che buonoooooooo e poi in formato mignon mi alletta di più! Molta più cioccolata...bacioni

    RispondiElimina
  84. che delizia! conoscevo già questi dolcetti deliziosi ma non li ho mai provati. sono bellissimi e golosissimi! complimenti! baci :*

    RispondiElimina
  85. oohhhhh non riesco nemmeno a commentare dall'aquolina che ho in bocca!

    RispondiElimina
  86. complimenti per il blog....se ti va passa a trovarmi..Pippi

    RispondiElimina
  87. Non avevo mai visto la versione mignon che trovo più affascinante :D
    Il gusto posso solo immaginarlo ....

    RispondiElimina
  88. non conoscevo questo dolce, ma ha un aspetto davvero ottimo! da provare!

    RispondiElimina
  89. Ma ti voglio bene!!! Non sai quanto mi piace questo dolce. Solo che io ho una strana perversione: non faccio ricette se non vedo le foto e non capisco esattamente come risultano alla fine. Perciò ora, vista la magnifica consistenza che vedo, te frego la ricetta e lo faccio. Dio è di un buono assurdo 'sto dolce qui, da svenire... sul serio! Laura

    RispondiElimina
  90. wow è piccolo che sta tutto in bocca in un boccone? io eseguendo prove balistiche raffinatissime lo "puccerei" in un tazza ti tè e poi me lo sparerei tutt'intero, mica per ingordigia..per non far briciole ;-)

    RispondiElimina
  91. No cara non lo conoscevo :-( per fortuna ci 6 tu!!! Non sai la mia lista di ricetta a provare quanto è lunga... in coda ci aggiungo anche loro!!!
    Baci

    RispondiElimina
  92. Felicissima di fare la conoscenza del Parrozzo ! il pèiacere, in questo caso, è tutto mio !

    RispondiElimina
  93. Buongiorno!!!tutto bene?ti auguro una splendida giornata!!

    RispondiElimina
  94. Ah non farti problemi a segnalare e farmi conoscere questo tipo di ricette. Mi piace in versione mignon, bravissima!

    RispondiElimina
  95. Le ricette regionali sono la mia passione.
    Delizioso il parrozzo.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  96. Mi sembra un dolce davvero particolare e profumato...come sempre perfettamente eseguito!!!Un bacione tesoro!

    RispondiElimina
  97. E chi lo conosceva il parrozzo???? mamma mia , mi stupisci ogni giorno di più.....
    un abbraccio forte
    tamara

    RispondiElimina
  98. Delizioso Cara,lo feci anni fa..complimenti!!!! ;-)
    Bacione**

    RispondiElimina
  99. Buonissimo!! Ottima ed invitante presentazione. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  100. Grazie per essere passata a trovarmi.
    Sono venuta a curiosare nel tuo blog,ci sono delle cose veramente buone e interessanti,come questo parrozzo,che non ho mai assaggiato,e non sembra difficile da fare.
    Bellissime le foto,sei davvero molto brava!!!
    Vado a continuare la lettura ^^
    Ciao e buona serata :)
    Un abbraccio.
    Cinzia

    RispondiElimina
  101. Grazie mille per il commento!

    Belli i tuoi dolci, io sono supergolosa e mi piace anche cucinare: li proverò!

    RispondiElimina
  102. GRazie!!! Adesso però mi sento in colpa perchè non riesco a far visita a tutti come si deve! Giornata lunghissima e troooppo stressante, consegna imminente che forse mi terrà occupata fino alla metà della prossima settimana.. vabbè meglio non pensarci!
    Un abbraccio e ancora grazie, vi voglio un gran bene!

    RispondiElimina
  103. in questo formato è davvero bello, chissà che bontà! :)

    RispondiElimina
  104. Wow che bei dolcetti!!! e chissà che buoni con quel guscio di cioccolato poi! Bravissima e buon week end :)

    RispondiElimina
  105. Non li conoscevo ma sembrano buonissimi! complimenti! baci!

    RispondiElimina
  106. Li devo assolutamente provare,complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  107. Ecco vedi? mi stavo perdendo anche questa meraviglia!!! ^_^ maledetta blogroll!!

    RispondiElimina
  108. quando si dice il caso! stavo leggendo in molti commenti su dolci al semolino di questo parrozzo.. non sapevo cosa fosse, mi sono messa a cercare, poi vengo qui e mi trovo la ricetta! meglio di così! ma com'è la consistenza? mi sembra un po' compatto e asciutto.. è così? li proverei volentieri con l'arancia!
    complimenti per le foto!!!

    RispondiElimina
  109. Ho visto questa ricetta e mi sono ispirata.
    Di solito li compro (è uno dei pochi dolci che compro, ma 1 volta al mese c'è il tacito accordo con mia figlia Mia che le merendine sono ammesse. Ma siccome le "merendine" io le odio dal profondo del cuore, ogni tanto compro in autostrada i "parrozzini".
    Questa volta li ho fatti io. E li rifarò.
    Niente merendine!!!!!
    Tutto ciò per dirti "Grazie".
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  110. il PARROZZZOOOOOOOOOOOOOOOO sono anni che voglio farlo , mi sonoa nche comperata lo stampo a cupola che ho utilizzato per mille altre cose tranne che per il parrozzo :O))

    RispondiElimina
  111. io sono abruzzese e il parrozzo è uno dei miei dolci preferiti, perchè è semplice, l'impasto è quasi rustico...ma poi quel cioccolato fondente sopra è una vera meraviglia...e poi perchè non può mancare a ogni festa di Natale e dunque mi ricorda l'infanzia...quindi guardare il tuo parrozzo mi ha fatto venire una voglia matta di mangiarlo, brava!

    RispondiElimina
  112. Sono capitata qui per caso, questi dolcetti li conosco molto bene, sono della mia città, e sono ottimi.
    Ti seguo volentieri, passami a trovare se ti va.
    Alessandra

    RispondiElimina