giovedì 26 maggio 2011

RISOTTO CON ASPARAGI E FAVE

Onestamente le fave in un primo non le avevo mai mangiate e, a pensarci bene, non le avevo mai nemmeno cucinate. La normalità a casa è sempre stata quella di mangiarle fresche insieme a pane e a olio. Ho sempre evitato di provarci ricordando gli esperimenti e i tentativi di mia madre… ecco si, le cucinava per ore, buccia compresa, in padella con tanta cipolla affettata, olio e un filo d’acqua. Non ricordo altro. A quei tempi era lei che si occupava della cucina e ne sono sicura, o quasi, si trattava proprio di ore. Mah… va a capire poi perché dato che basta sbollentarle per un minuto in acqua bollente!
E mentre 'sto qui a parlarvi di fave e di ricordi non avete idea di quante ciliegie mi sia già fatta fuori in questo momento, sono dell’albero del giardino dietro casa… vabbè su, no che non ho scordato la promessa che vi ho fatto qualche mesetto fa… ma, sul serio, le ciliegie che sto mangiando provengono proprio da lì e ne sono tante, quindi adesso ben vengano suggerimenti su come utilizzarle… sempre che non le finisca prima!!

Risotto con asparagi e fave

martedì 24 maggio 2011

CROSTATA DI FRUTTA SECCA

Ultimamente ho come la sensazione che avere un po’ di tempo da dedicare a se stessi (e al blog!!!) sia diventato un lusso… e quindi altra giornata da post telegrafico, devo proprio uscire… Comunque, ricetta nata quasi per caso, dopo aver visto in casa mandorle e nocciole in gran quantità, un barattolo di miele e della pasta frolla avanzata e fatta con farina di farro. Il risultato mi ha entusiasmata e non poco, è venuta fuori una crostata molto rustica e molto sana, anche se poco primaverile… in fondo, però, la frutta secca come il cioccolato non conoscono stagione! Buona settimana a tutti

Crostata di frutta secca

venerdì 20 maggio 2011

MADELEINES ALL’OLIO CON MIELE, LIMONE E ROSMARINO

In realtà non lo sono. L’impasto è simile a quello del cake con olio, miele e melograno ma con, al posto del melograno, il limone. Ho aggiunto poi del rosmarino, dopo aver visto il cake qui, tanto ero curiosa come sarebbe stato assieme al limone, e infine ho cotto il tutto nello stampo delle madeleines. Ma in realtà non lo sono e, anzi, non provate a far riposare l’impasto nel frigo un paio d’ore!! Ovviamente io c’ho provato e risultato? Ehm, ecco… lo storia dello choc termico non ha funzionato!... buon fine settimana!

1.Madeleines all'olio con limone, miele e rosmarino

mercoledì 18 maggio 2011

FRITTATA CON ASPARAGI

Non so da voi, ma a casa mia gli asparagi in questo periodo non mancano mai, ne conservo sempre una bella scorta nel frigo. Credo davvero che ormai tutti, anche i muri, abbiano capito che li adoro tantissimo, e quindi per la serie più semplice di così si muore… li ho usati per fare una frittata. Stavolta però ho aggiunto all’impasto un cucchiaio di panna fresca ma solo per renderlo più soffice rispetto al solito. Non c’è che dire… ho sempre considerato la frittata in genere un tipico piatto ideale per chi è sempre di corsa durante la settimana e per chi ha poco tempo a disposizione da dedicare ai fornelli, quindi poco gustoso proprio perché si prepara velocemente… e invece no! Con gli asparagi poi… di un buono!!

3.Asparagi

lunedì 16 maggio 2011

BIGNE'

Devo proprio confessarlo. Ho sempre avuto un timore reverenziale per alcune delle preparazioni base più importanti, tipo la pasta sfoglia, troppo lunga e con troppe pieghe da fare, oppure il pan di spagna, un’impresa farlo gonfiare senza unire il lievito all’impasto, oppure la pasta choux o pasta per bignè. Un timore così forte che mi ha sempre bloccata nel prepararle io stessa. In realtà nell’insieme metterei anche i macarons, che con gli impasti base non c’azzecca niente ma il timore ce l’ho anche per loro e, dato che sono solamente al secondo tentativo fallito, tra l’altro ognuno rigorosamente fotografato, quasi quasi mi vien voglia di preparare un post specifico dal titolo “suggerimenti??”, non sarebbe mica male!! Comunque, tornando al discorso di prima, domenica scorsa non potendo uscire di casa per impegni vari, ed essendo la festa della mamma, ho provato a fare i bignè, non volevo lasciarla senza dolce!! La ricetta è della cara amica Milena (grazie!!!), ho solo dimezzato le dosi, per il resto sono loro. Risultato? Dei bignè perfetti!!... vabbè si, magari per la forma devo lavorarci ancora dato che è stata solo la prima volta che ho usato la sac à poche, ma è che si sono gonfiati talmente bene e… di sicuro Maria Pia, la mia pasticcera di fiducia, mi vedrà molto meno!
Due piccolissime note. La prima è che parlando di festa della mamma mi è tornata in mente la lavanda fotografata sotto… ne ero alla ricerca perché volevo utilizzarla per preparare i biscotti alla lavanda, e un bel pomeriggio di giugno dello scorso anno, tornando a casa dal lavoro, vedo proprio lei, mia madre, sventolare un bel mazzo di lavanda felice per avermela trovata… le voglio davvero un gran bene… ehm, i biscotti? Beh ecco, non li ho mai fatti… ho però utilizzato la lavanda per confezionare dei sacchettini profuma biancheria. Li conservo ancora.
La seconda è che da un paio di mesi ho avuto la fortuna di conoscere Alessandra, una ragazza straordinaria, che mi ha proposto una piccolissima collaborazione, in pratica una volta al mese pubblicherò una ricetta nel suo blog, ho felicemente accettato!!
Sarò un po’ assente in questi giorni così ne approfitto qui per augurarvi una buona settimana... blogger permettendo!

Bignè

lunedì 9 maggio 2011

GNOCCHI DI PATATE CON PESTO DI ZUCCHINE

Il pesto sotto, ecco, si, proprio quello che vedete qua sotto, l’ho preparato diverse volte durante gli ultimi giorni, e devo dire che, oltre ad essere tremendamente semplice, è anche tremendamente buono. La ricetta non è del tutto mia. In realtà, accorgendomi di avere in frigo un tot di piccole zucchine, mi è tornato in mente il pesto fatto l’anno scorso con la rucola fresca, e così, chiedendomi se potesse essere fatto anche con le zucchine, ho controllato in rete se magari l’idea fosse già venuta a qualcuno. Ebbene si, grazie alla carissima Claudia (tesò grazie!) l’ho immediatamente preparato, utilizzandolo poi per condire gli gnocchi, quelli un po’ più sotto… il risultato? Anche questo tremendamente buono!

Pesto di zucchine

mercoledì 4 maggio 2011

TORTINE DI CAROTE

Tanto per essere originali, con ancora la fissa delle carote in testa, durante il fine settimana, ho fatto anch’io le camille! Anzi, veramente ho fatto le mini Kugelhopf-camille. Carinissime vero? Beh scusate ma, ogni volta che riesco a trovare uno stampo nuovo, presa dall’entusiasmo, devo proprio provarlo con la prima ricetta che ho in mente. Sarà che, dalle mie parti, è davvero un’impresa trovarne di diversi da quelli classici a forma di tortiera o ciambella, o sarà che la forma del Kugelhopf mi piace davvero tanto. Comunque, oltre ad essere belle, sono pure buone e… siccome oggi sarebbe per me un giorno un po’ speciale, ovvero il compleanno della sottoscritta, fatto di grandi pensieri e somme da tirare, altro che quelle che si fanno a fine anno, stasera le preparo nuovamente per averle giovedì mattina a colazione... così almeno ho qualcosa in grado di addolcire il risultato!

Tortine di carote