martedì 26 giugno 2012

FARFALLE CON POMODORINI, CAPPERI E MOLLICA DI PANE

Credo davvero di essere una ragazza poco curiosa, ecco si, in genere riesco a farmi tranquillamente gli affari miei. Tranne in cucina :-) In cucina proprio no, non ne sono capace, se una preparazione o un ingrediente m’interessa particolarmente non posso non ricercarlo, provarlo o abbinarlo a qualcos’altro che immagino possa star bene insieme. In pratica, dopo aver letto un po’ ovunque di pane tritato e poi tostato con olio, ho voluto usarlo anch’io e, onestamente parlando, trovo sia anche una gran bell’idea… ehm, vero che mi entusiasmo con poco :-) pensate un pò che sabato solo per aver trovato gli stampini in alluminio da mini Kugelhopf ho canticchiato allegramente tutto il giorno! La forma da Kugelhopf sapete già quanto io l’adori; mentre negli ultimi mesi ho imparato ad apprezzare moltissimo l'alluminio, nonostante l'unica attenzione da avere del togliere gli alimenti una volta cotti e raffreddati... non me ne vogliano per questo i produttori dell'antiaderente :-) ma se potessi sostituirei tutti gli stampi di casa, e poi fanno tanto stampo della nonna!
Tornando al pane tritato e tostato, la ricetta sotto è molto simile a quella dell'ultimo numero di Sale&Pepe. Ho modificato di poco la versione originale: il formato di pasta, farfalle al posto delle pennette; rosmarino al posto delle foglie d'alloro... si, insomma, ho adattato gli ingredienti a quelli che avevo in casa, per il resto è lei :-)

Pomodorini


Vario

Ingredienti per 2 persone:

- 160 gr. di farfalle
- 200 gr. di pomodorini
- 1 cipolla piccola
- Pane un paio di fatte (se piccole)
- Capperi una manciata
- Rosmarino un rametto
- Olio extravergine d'oliva
- Sale q.b.


Pomodorini

Pulire i pomodorini, lavarli e tagliarli a metà. In una padella antiaderente stufare la cipolla tagliata a fettine sottili con 3/4 cucchiai d'olio per alcuni minuti, unire i pomodorini, regolare di sale e coprire. Aggiungere infine gli aghetti di rosmarino e i capperi. Cuocere la pasta in acqua bollente salata, scolarla al dente e versarla nella padella con i pomodorini, saltarla per alcuni minuti. Tritare il pane nel mixer e tostarlo in una piccola padella con un paio di cucchiai di olio fino a quando non diventerà croccante e dorata. Distribuite le farfalle nei piatti e completare con la mollica tostata.

Villa D'Este Home


Piatti e posate Villa D'Este Home

Farfalle con pomodorini, capperi e rosmarino

UN ABBRACCIO!!!

68 commenti:

  1. UM PRATO DE MASSA BEM AO MEU GOSTO ,ESTA UMA DELICIA MESMO.
    BJ

    RispondiElimina
  2. le foto sono meravigliose!!! il rosso del pomodoro è eccezionale su sfondo azzurro e complimenti per questo primo stuzzicante :-) Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  3. Anche a me piace usare l'alluminio ma quella tecnica del pane non la sapevo, mi incuriosisce....bellissimo questo piatto e che foto estive e meravigliose! complimenti buona giornata

    RispondiElimina
  4. che meraviglia, Marianna...davvero invitante!!

    RispondiElimina
  5. Ahhh che meraviglia ste foto... quel rosso dei pomodorini mi piace da morire!!! e per la mollica.. ti do ragione.. io anche l'ho "conosciuta" da pochissimo.. e mi piace.. sta benissimo sui primi piatti!!!! :-) baci e buona giornata

    RispondiElimina
  6. Splendide foto, io la mollica di pane rosolata nell'olio nella pasta la adoro, la metterei quasi ovunque! Marta

    RispondiElimina
  7. Adoro questi primi estivi e veloci.... e le tue foto li valorizzano tantissimo...
    avanti tutta...marianna...è meraviglioso leggerti...
    un abbraccio
    chiara

    RispondiElimina
  8. Che delizia quel piattino di pasta!!! Sarebbe proprio l' ideale per il pranzo di oggi!! Come te, quando vado in fissa per qualche ingrediente, lo replico all' infinito!! Sai dove metto io il pane grattato abbrustolito? Lo metto negli spaghetti aglio, olio e peperoncino...insieme a due alicette sott' olio squagliate nell' olio e una bella manciata di mollica di pane...Divina!! La devi provare...Un bacione cara e buona giornata!

    RispondiElimina
  9. Uhm che buona che dev'essere questa pasta!!
    Ps anch'io adoro gli stampini in alluminio, ne ho di tutte le forme e più sono particolari più li adoro! E poi concordo sul fatto che facciano molto stampo della nonna! Un abbraccio, a presto :)

    RispondiElimina
  10. Come al solito pura poesia!! Piatto semplice ma divinamente fotografato (PS: che macchina e che obiettivo usi? Io sto cercando di imparare...). ciaooo

    RispondiElimina
  11. Le tue foto sono splendide, rendono il piatto così vivo che pare di poter allungare la mano e prenderlo :) Proverò sicuramente questa ricetta dato che oggi mia suocera mi ha portato un po'di pomodorini freschi del suo orto..

    RispondiElimina
  12. ultimamente uso anch'io il pane tostato nella pasta, da una marcia in più! piatto stupendo!!!baciiiiiii

    RispondiElimina
  13. Cerco di usare il meno possibile le teglie con l'antiaderente, spessissimo le fodero con carta da forno, le padelle però hanno tutte l'antiaderente in ceramica!
    Mari tesoro bello, dove la trovi quella luce??? foto SPETTACOLARI!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  14. sono daccordo su tutto!! :)
    avrei canticchiato anche io tutto il giorno :) e anche per me niente antiaderente e molta attenzione all'alluminio e il pane tritato e tostato una vera delizia!!!
    bellissimi gli scatti!!!

    RispondiElimina
  15. Le tue foto sono sempre uno spettacolo così come uno schianto è questo piatto di pasta: davvero allettante! bravissima
    simo

    RispondiElimina
  16. Condivido in pieno la “non curiosità” in generale e la curiosità peggio di una scimmia in cucina. Non ti dico quelli che ho fatto io quanto ho trovato finalmente lo stampo grande da Kugelhopf dopo averlo cercato per 2 anni!!! Rischierei che qualcuno chiami la neuro!
    Le tue foto sono sempre splendide ma quelle dei pomodorini di oggi sono superlative. Come le farfalle :) Un baciotto, buona giornata

    RispondiElimina
  17. foto stupende ma già lo sai e ricetta da provare così fresca! ciao carissima un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Ed ora che è proprio l'ora di mangiare questa pasta non me la toglie nessuno :-) Baci!

    RispondiElimina
  19. L'utilizzo della mollica dà sempre quel non so che di fantastico :)

    RispondiElimina
  20. ottima idea ...sono invitantissime ...
    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  21. Che belle foto! E la pasta sembra davvero buona, non tutta pastosa come l'ultima vlta che ho provato a fare un sugo usando il pangrattato... mi sa che ci devo riprovare...

    RispondiElimina
  22. Complimenti per le foto! la pasta è davvero fresca e gustosa! a presto

    RispondiElimina
  23. ricetta appetitosissima e fotografie eccezionali, l'insieme è un piatto davvero speciale...salutoni

    RispondiElimina
  24. La pasta con la mollica sopra è una cosa meravigliosa.. scoperta anche io poco tempo fa mi piace da impazzire!
    a presto, un bacione:**

    RispondiElimina
  25. una ricettina deliziosa e molto golosa! complimenti!!

    RispondiElimina
  26. Deliziosa ricetta , complimenti per le foto!
    Bellissime!

    RispondiElimina
  27. ma che buona!!! Anche a piace molto il pane tostato sulla pasta, da quella croccantezza piacevole... a presto, e complimenti anche per le bellissime foto!!

    RispondiElimina
  28. Che colori stupendi queste foto!!!anche io adoro gli "stampini della nonna"...fanno sempre un figurone :)
    Bacio

    RispondiElimina
  29. Non amo i capperi, ma questa pasta mi fa venire l'acquolina in bocca!
    ciaoooooo

    RispondiElimina
  30. buona la mollica di pane nella pasta, vero? ma che bel piatto fresco hai fatto! mi piace molto.
    e mi piace anche come sei come ragazza: curiosa delle cose giuste! brava!
    e che foto, capperi!!!

    RispondiElimina
  31. Ma che buone!!! Ho tutti gli ingredienti, magari le faccio domani! Complimenti e un bacione :)

    RispondiElimina
  32. ma che bontà....queste ricettine estive mi stuzzicano tantissimo :)

    RispondiElimina
  33. Che meraviglia la semplicita' di questo piatto: pochissimi ingredienti e tanto gusto. Foto bellissime, come sempre! Un abbraccio, a presto e buona giornata.

    RispondiElimina
  34. Una pasta favolosa e molto invitante. Buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
  35. Come ti capisco, anche io vorrei le vecchie pentole di mia nonna!!! Ho cambiato tutte le pentole con quelle in ceramica..ma.. bho..non e' che impazzisca! :((((

    RispondiElimina
  36. le foto sono stupende (voglio quei piatti!!!!).
    E quel piatto di pasta lo mangerei subito anche se ho appena fatto colazione :-D
    Erica

    RispondiElimina
  37. Stupende le foto e invitante la ricetta!per fortuna è quasi ora di pranzo, vogliamo provarla!

    RispondiElimina
  38. Un bel primo piatto saporito e invitante! Magari averla qui per pranzo. :)

    RispondiElimina
  39. o invece sono curiosissima,non saprei resistere alla tentazione davanti ad un bel pacchettino regalo ;-) oltre alla cucina e cose nuove da provare.... hai ragione quei stampini in allumino sono carinissimi!
    Le foto come sempre sono stupende e ricordano tanto il mare,ci consoliamo con questo primo chi il mare ce l'ha lontano?

    RispondiElimina
  40. Fatta oggi a pranzo con due piccole varianti: l'origano al posto del rosmarino e qualche oliva nera che mia avanzava... Buonissima :9

    RispondiElimina
  41. una bella idea condita con delle magnifiche foto

    RispondiElimina
  42. bellissima questa tua ricetta! io questa sera mi cimento con una pasta di A tavola! l'ho preso perchè c'eri tu... che meraviglia! complimenti! bacino!! sere

    RispondiElimina
  43. Una ricetta sfiziosissima. Ti lascio il collegamento al mio contest, se ti andasse di partecipare

    http://www.labarchettadicartadizucchero.com/2012/06/io-amo-i-lamponi-il-contest.html

    RispondiElimina
  44. La tecnica del pane tostato è molto diffusa nel sud e sopratutto in Sicilia dove viene chiamato "formaggio dei poveri" e a volte viene usato anche da solo :D

    RispondiElimina
  45. Il piatto é molto interessante e gustoso e le foto sono uno spettacolo... Parlano da sole!
    Bravissima :)

    RispondiElimina
  46. Un piatto semplice, ma delizioso!!! è così invitante!

    RispondiElimina
  47. Concordo sull'amor per l'alluminio e credo che oltre che ottimo in cucina lo ami anche perchè, come dici tu, fa vecchi stampi di una volta!!! Mi ricorda la vecchia tortiera di mamma... E la torta di mele non verrà mai come quella che veniva con quello stampo!
    Buona la pasta, quello che ci vuole con questi caldo! Fresca e gustosa!

    RispondiElimina
  48. Nooooooooo hai trovato degli stampi da mini Kugelhopf?!??? ahhh sono troppo invidiosa, ora non avrò pace finchè non li troverò ;-))
    Mi potrei consolare solo con un piatto di queste farfalle, sembrano davvero gustose e molto sfiziose

    RispondiElimina
  49. Era troppo buona...Mi sono permessa di citarla sul mio blog... http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2012/06/sapori-di-fine-giugno.html

    RispondiElimina
  50. Voglio subito una bella porzione!!
    Sono d'accordo con te circa gli stampi in alluminio : costano molto meno di quelli in silicone, hanno bellissimi decori e poi per ottenere ottimi risultati basta imburrarli e infarinarli per bene!
    Un bacione

    RispondiElimina
  51. adoro la pasta "con le briciole" e da noi in Toscana i pici con le briciole sono un must.. poi, la CURIOSITA' ti spinge moooolto più in là delle briciole, fino agli stampini più strambi (io ne ho tantissimi in alluminio, e la maggior parte sono proprio "delle nonne") o agli accostamenti più arditi... per poi tornare alle briciole ogni volta che si ha voglia di cose semplici, rassicuranti.. di certezze insomma.
    ecco, della serie bricole eravamo e briciole ritorneremo.... :O))))
    gustosa la tua rivcetta con quegli aghetti di ramerino...

    RispondiElimina
  52. la facciamo spesso (per quanto spesso facciamo pasta) , il pane a briciole è una cosa squisita, me l'insegnò la mamma da piccola.
    buono, veloce, sano, economico. meglio di così... :)

    RispondiElimina
  53. anche io ho fatto un piatto di pasta con le briciole che pubblicherò domani ..le adoro nella pasta e questa tua versione con capperi è proprio summerstyle!!! E le foto sono superlative...bravissima come sempre..

    RispondiElimina
  54. io adoro le tue foto.. :)
    e anche tutto il resto eh? :)

    RispondiElimina
  55. sfiziosissima, mi intriga molto, condivido in pieno il tuo entusiasmo! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  56. ciao adoro anche io la pasta con la mollica del pane...buon primo!!!
    buona domenica

    RispondiElimina
  57. faccio sempre davvero poco la pasta con le "briciole"...
    ma dopo aver visto questa tua versione così bella, gustosa ed astiva...beh, mi ci devo applicare;))!
    Un abbraccio fortissimo

    RispondiElimina
  58. Ottimo questo piatto!!! Lo preparo anch'io!

    RispondiElimina
  59. ...e indovina cosa abbiamo mangiato oggi?
    Non esattamente come queste tue ma qualcosa di simile (e di sicuro non tanto bello!) ma le olive e i capperi credo sono un connubio da fuochi d'artificio!

    besitos!

    RispondiElimina
  60. complimenti per la ricetta e anche per le foto

    RispondiElimina
  61. Complimenti per le foto, bellissime come sempre! Mi piace moltissimo la luce che riesci a catturare.
    A presto,
    Alfonsina

    RispondiElimina
  62. Complimenti di cuore ragazza: sono molto felice per te :D

    RispondiElimina
  63. Mi riferisco alla nuova avventura intrapresa :D

    RispondiElimina
  64. Grazie a tutti!!! Scusate la latitanza ma, davvero, me ne sono capitate di tutti i colori... poi il caldo, la stanchezza e... i giorni passano troppo in fretta!
    Vi abbraccio!

    Milena: grazie di cuore amica mia!

    RispondiElimina
  65. questa è una foto che appenderei nella mia cucina , i colori e la luce sono di quelli che non stancano mai! bravissima.

    RispondiElimina
  66. era un po' che nn passavo di qua. Bella la prima foto, so sunny! e complimenti anche per i 3 anni di blog. Io sono solo al primo e mezzo e mi sembra già tanto a volte. un bacione!

    RispondiElimina