lunedì 25 agosto 2014

Di Pie ai Mirtilli e di Farina di Miglio...

Volevo parlarvi di miglio già prima di ferragosto, o per lo meno di dolci fatti con i chicchi di miglio - ehm, si insomma tanto lo sapete che di solo dolce potrei viverci benissimo e quindi... :) - poi ho pensato ai mirtilli che avevo usato per delle pie, così alla fine ho deciso, devo proprio parlarvi di entrambi: mirtilli e miglio. A proposito, cosa avete fatto di bello il giorno di ferragosto? Io ho lanciato giusto qualche piatto... senza vincere però... pazienza, sarà per il prossimo anno...

Pie ai mirtilli
Mirtilli
 
Torte a parte, uso i mirtilli ovunque e ogni anno, in agosto, mi piace troppo offrire pie e muffins ad amici e familiari! Sono un pochino strana, lo so, ma in questo periodo sono di stagione e freschi non hanno bisogno di nessun altro ingrediente al seguito perché sono già tanto buoni da soli.


Muffins ai mirtilli

Avete mai usato i chicchi di miglio tritati al posto della farina (di miglio ovviamente :)) No ??... beh, nemmeno io :D... fino a quando, tra una mail e l'altra, un paio di settimane fa Giusy mi chiede se avevo mai provato e io le rispondo di no. Ora, visto che oramai ho tritato di tutto - quinoa, amaranto, avena, mandorle, noci, nocciole, carote, cocco ect ect. - vabbé forse tutto no, comunque la cosa mi ha incuriosito talmente tanto che ho preso al volo il pacchetto di miglio in dispensa e dopo un veloce tentativo di farlo scoppiettare in padella,  proprio come se fosse amaranto - a proposito non fatelo, ho affumicato mezza casa ehm... - è finito nel mixer e poco dopo si è trasformato in farina pronta per l'uso, bello vero :)

Crostata di miglio e prugne rosse

Ora, com'è il risultato finale? Beh, intanto accenno che il miglio tritato assomiglia moltissimo alla fioretto, nella consistenza e non nel colore (il mais è giallo intenso mentre il miglio è solo giallo... ), la pasta frolla invece è deliziosamente friabile e croccante allo stesso tempo. Insomma, nell'insieme la crostata è piaciuta parecchio nonostante la sua semplicità... :)

Crostata di miglio e prugne rosse
Girasoli
Prugne rosse

Dopo la "pasta frolla", non ho resistito ed ho usato il miglio per un impasto: quello dei muffins. Ora, la ricetta non ve la scrivo perché dovrete aspettare ancora un pò... fino a quando? Non posso dirvelo, ho la bocca cucita e, anzi, non dovrei nemmeno accennarvi niente così fate finta di non aver visto nemmeno i muffins :) - oggi avreste avuto la terza ricetta eheh -

Di pie ai mirtilli, muffins e mele Muffins ai mirtilli
Gatti Muffins ai mirtilli

Mirtilli
Le pie sono semplicissime da preparare: il ripieno è di solo mirtilli con un pò di zucchero grezzo chiaro. Al posto dello zucchero potete unire della marmellata di mirtilli se l'avete in casa. La base invece è fatta con farina di kamut e farina di grano saraceno. Se vi piace il grano saraceno, potete invertire i grammi (120 di grano saraceno e 80 di kamut) in ogni caso, trovo che l'abbinamento tra le due farine sia assolutamente fantastico :)
 
 Pie ai Mirtilli
Ingredienti per 4 stampi

Per la base

120 gr. di farina di kamut
80 gr. di farina di grano saraceno
1 uovo intero bio
50 gr. di burro
50 gr. di zucchero grezzo chiaro
1 limone non trattato
Sale

Per la pie

250 gr. di mirtilli freschi
2 cucchiai di zucchero grezzo chiaro

In una ciotola, setacciate la farina di kamut e la farina di grano saraceno con meno di mezzo cucchiaino di lievito per dolci - facoltativo, fatto anche senza ed è venuta bene -, poi aggiungete la buccia grattugiata del limone, un pizzico di sale e mescolate. Rovesciate sulla spianatoia e formate una fontana. Nel centro lavorate il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara, unite l'uovo. Sbattete leggermente con una forchetta e iniziate ad incorporare farina dai bordi. Impastate gli ingredienti e formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e riponete in frigo per 30 minuti.
Scaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate 4 stampini ramequin, unite lo zucchero ai mirtilli e mettete da parte.
Stendete la pasta frolla su un foglio di carta da forno leggermente infarinato allo spessore di un paio di millimetri. Rivestiteci gli stampi e rifilate la parte eccedente in modo da pareggiarla con il bordo. Distribuite sul fondo i mirtilli. Riunite i ritagli di pasta e ricavate delle strisce sufficienti a formare una grata, tagliate nuovamente dei cerchi del diametro degli stampi e chiudete ciascuna pie.
Cuocete in forno per 30/35 minuti, o finché la pasta è dorata e croccante. Sfornate e lasciate raffreddare leggermente prima di servire.


 Crostata di Miglio con Marmellata di Prugne Rosse 
Ingredienti per uno stampo da crostata da 22 cm

Per la frolla

100 gr. di farina di farro
100 gr. di chicchi di miglio
1 uovo intero bio
50 gr. di burro
50 gr. di zucchero semolato
1 limone non trattato
Lievito per dolci
Sale

Per la confettura

500 gr. di prugne
250 gr. di zucchero
anice stellato

Preparate la pasta frolla. Tritate finemente i chicchi di miglio in un mixer, azionandolo in più riprese. In una ciotola, setacciate la farina di farro con mezzo cucchiaino - anche meno - di lievito per dolci, poi aggiungete il miglio tritato e mescolate. Rovesciate sulla spianatoia e formate una fontana. Nel centro lavorate il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara, unite l'uovo, la buccia grattugiata del limone non trattato e un pizzico di sale. Sbattete leggermente con una forchetta e iniziate ad incorporare farina dai bordi. Impastate gli ingredienti e formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e riponete in frigo per 30 minuti.
Scaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate uno stampo per crostata del diametro di 22 centimetri. Stendete la pasta frolla su un foglio di carta da forno leggermente infarinato allo spessore di un paio di millimetri. Rivestiteci lo stampo e rifilate la parte eccedente in modo da pareggiarla con il bordo.
Distribuite sul fondo della crostata la confettura di prugne rosse. Riunite i ritagli di pasta frolla e ricavate delle strisce sufficienti a formare una grata.
Cuocete in forno per 30/35 minuti, o finché la pasta è dorata e croccante. Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire.


Vario

Pirofile delle pie Le Creuset <3

UN ABBRACCIO!!!

14 commenti:

  1. Ma cosa sono queste deliziose creazioni?? (E quel delizioso gattino, anche se non si mangia??) :D I mirtilli li adoro e anche il miglio, ti dirò, mi piace davvero tanto. Ho giusto della farina di miglio da usare e credo che tra pie, dolcetti e crostate.. farà la fine che deve fare <3 :) Un abbraccio, complimenti

    RispondiElimina
  2. Non so dire quale mi ispira di piu ...troppo belle!!

    RispondiElimina
  3. carissima , ben tornata e che foto favolose, non so se sbaglio ma sei tornata allo stile di qualche mese fa per le foto (le mie preferite)sono stupende!!!
    Pure io come te ormai macino di tutto e devo dire che ho sempre delle belle sorprese, proverò anche il miglio , mi piace il risultato granuloso , ci farò dei biscottini...ti mando un grande abbraccio e...faccio finta di non aver visto i muffin che finiranno ops ...in un bellissimo posto credo, ciao baciotto grande

    RispondiElimina
  4. devo provare anche io questo abbinamento, sembra favoloso

    RispondiElimina
  5. Tre proposte bellissime ( e l'idea del miglio tritato mi intriga parecchio!) ma i pies ai mirtilli mi hanno davvero stregata: quell'intreccio di pastafrolla, con il viola dei mirtilli che fa capolino, è bellissimo.
    A presto
    Giulia

    RispondiElimina
  6. Uso molto il miglio, ma mai avrei pensato di farci qualcosa di dolce.. perché no? Il suo sapore rustico sembra sposarsi alla perfezione con l'acidulo dei mirtilli e la bellezza dei tuoi scatti mi convince appieno!
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina
  7. io adoro il miglio, ma nei dolci mai usato! quindi adesso mi lancerò nella triturazione di quello che ho in casa! grazie mille per la dritta!!! aspetto la ricetta dei muffin allora!! ;)

    RispondiElimina
  8. ma grandeeeeee!!!!!troppo bella questa cosa del miglio tritato, voglio assolutamente provare...anche perchè anche io sto mettendo mirtilli ovunque e non ho nessuna voglia di fermarmi :P
    un abbraccio! ^_^

    RispondiElimina
  9. OH MAMMA! Ho da dire solo questo *___*

    RispondiElimina
  10. Sono incantata dalla perfezione delle tue crostata....e da tutte queste cose deliziose!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  11. Come al solito ogni tua creazione è una vera meraviglia. Sia la crostata che le piccole pie sono davvero invitanti e scenografiche. Mi piace moltissimo l'intreccio delle pie, io faccio sempre un macello quando ci provo

    RispondiElimina
  12. Mi hai fatto venir voglia di preparare una pie come la tua...di questa stagione con cosa posso prepararlo? Mele, pere...? Però a me fa impazzire la crosta rotta con il succo del mirtillo che esce! Dovevo scoprirti prima...almeno avrei replicato pari pari la tua ricetta. Ma me la segno eh!

    RispondiElimina
  13. Vengo dopo aver preso ieri il tuo libro... beh, voglio scriverti in mail quello che penso, ma intanto un segno te lo lascio anche qui perchè è tra queste pagine che è nato tutto e che il tuo sogno-progetto ha preso il volo... a rivedere le tue splendide foto, beh, per fortuna esistono ancora esempi a questo mondo di talenti e successi meritati, scoperti e valorizzati... e questo (mi) incoraggia! Bravissima! :-)
    (immagino come ti sentissi a parlare delle tue farine senza ancora poter svelare nulla... tu sapevi ma noi no, camminavi sul filo delle emozioni...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho avuto la bocca cucita fino al giorno dell'uscita. E' stata dura perché avrei voluto dirlo a tutti :-)... le farine nascondono un potenziale straordinario e credo che se usate correttamente siano fantastiche sotto tutti i punti di vista. Più di ogni altra cosa vorrei che questo libro possa essere considerato un punto di partenza. Ho sperimentato tanto e ho studiato tanto ma non mi considero un'esperta, anzi, ho ancora tanto da imparare. Grazie per le tue parole, mi riempiono il cuore di gioia! Adesso attendo impaziente la tua email. Ogni sensazione e ogni pensiero, sono per me importantissimi. Un abbraccio Francesca.

      Elimina