venerdì 10 ottobre 2014

Apple Crumble Tart

Quest'anno ho avuto la fortuna di ritrovarmi con un bel pò di mele da smaltire in giro per casa, direi che per una vera dipendente questa è una gran fortuna, eheh :-) Ovviamente le mele in questione sono quelle degli alberi del giardino dietro casa. Ce ne sono diversi, per lo più grandi e vecchi, anche la qualità è diversa. Così adesso ho Royal Gala, Golden e Stark un pò ovunque... sono mele grandi e soprattutto sane (e meno male perché capita raramente di avere un raccolto senza ospiti indesiderati all'interno - mio padre è uno di quelli "zero trattamenti" e non mi dispiace affatto - in più è tremendamente bello e pure bio :-)).

Apples
Vario

Con tale abbondanza, nel fine settimana, sono andata alla ricerca di un dolce per utilizzarle. Un dolce che però non fosse la solita torta di mele, ecco! Che per carità, le torte di mele son tutte fantastiche ma non m'andava proprio di usarle per un impasto. Quindi l'idea iniziale è stata subito di fare una crostata di frutta...

VarioApple crumble tartApple crumble tart
E poi succede che vedi la sua, pensi di farla immediatamente per quant'è perfetta, e per qualche strano e assurdo motivo riadatti la ricetta, ma non perché non hai gli ingredienti a disposizione, ma perché ti accorgi che hai: delle prugne acquistate - non sai più quando e soprattutto non ti ricordi più per cosa volessi usarle - che per giunta ti implorano già da un pò di essere almeno mangiate, un barattolo aperto di marmellata di fichi neri fatta ad agosto che aspetta solo di essere usata, un pacchetto di pistacchi comprato da tempo e della farina di farro da smaltire... ehm:-)

Apples  
Insomma, per farla breve, della ricetta originale ho sostituito (vabbé pure aggiunto e sottratto :-)) alcune cose, stravolgendo di poco l'idea di base (più o meno eh :-)). Il risultato? Un involucro di mele sotto e una copertura deliziosamente croccante sopra!

Apple crumble tart Apple crumble tart

Apple Crumble Tart 
Ingredienti per 6 persone

Per la base

180 gr. di farina di farro
40 gr. di zucchero semolato
40 gr. di burro
1 uovo intero
1/2 limone non trattato
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
Sale

Per il ripieno

2 mele rosse
2 prugne nere
2/3 cucchiai di marmellata di fichi neri
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

Per il crumble

60 gr. di farina di farro
40 gr. di zucchero demerara
40 gr. di burro
Sale

Pistacchi non salati e buccia grattugiata di mezzo limone per cospargere

Setacciate la farina di farro sulla spianatoia, aggiungete meno di mezzo cucchiaino di lievito per dolci (potete anche non usarlo), mescolate il tutto e formate una fontana. Al centro lavorate il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida. Unite l'uovo, un pizzico di sale e la buccia grattugiata di mezzo limone, poi cominciate ad impastare. Avvolgete la frolla ottenuta nella pellicola trasparente e fate riposare per circa 30 minuti prima di stenderla.
Preparate il ripieno della crostata. Dividete le mele a quarti ed eliminate con un coltellino affilato il torsolo centrale, poi tagliate ciascuna parte a fette non troppo sottili e sistematele in una ciotola capiente. Ripetete la stessa operazione con le prugne. Aggiungete l’estratto naturale di vaniglia in polvere, mescolate e mettete da parte.
Scaldate il forno a 180°. Imburrate e infarinate un stampo per crostata a fondo mobile del diametro di 23 centimetri. Stendete la pasta frolla sulla spianatoia leggermente infarinata allo spessore di mezzo centimetro (anche meno) e rivestiteci lo stampo. Distribuite all’interno un velo di marmellata di fichi neri, quindi le mele e le prugne in modo disordinato.
Preparate il crumble. Mescolate in una terrina la farina di farro con lo zucchero e un pizzico di sale, unite il burro freddo tagliato a dadini e lavorate gli ingredienti con le punta delle dita in modo da ottenere tante briciole.
Coprire il ripieno della crostata  con il crumble in modo da formare uno strato uniforme.
Cospargete con pistacchi non salati e con la buccia grattugiata della metà di limone rimasta. Infornate per 30 minuti, o fino a quando i bordi della crostata e la copertura del crumble sono dorati. Sfornate e fate raffreddare alcuni minuti prima di affettare e servire.

UN ABBRACCIO!!!

50 commenti:

  1. Non si cge darei x una fetta adesso!spettacolare!

    RispondiElimina
  2. Fine più degna per quelle mele io non saprei immaginarla...stupenda!

    RispondiElimina
  3. Bellissime foto e dolce, complimenti!
    Ciao,
    Tiziana

    RispondiElimina
  4. che torta divinaaaa...
    da far venire l' acquolina :)
    buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dolci con le mele sono tutti favolosi! Un abbraccio Betty!

      Elimina
  5. Bella e buona, mi piace il mix di frutta del ripieno :) Complimenti! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mele, prugne e fichi insieme sono benissimo, sono stata fortunata ad avere anche le prugne in casa... la marmellata invece non manca mai :-) Un abbraccio

      Elimina
  6. Mi immagino il profumo che c'è in giro per casa tua allora, e non posso negare che vorrei averne un po' anche io :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è niente di più buono delle mele cotte in forno, le adoro! Un abbraccio grande Martina!

      Elimina
  7. Fantástica tarta con esas manzanas tan extraordinarias.
    Buen fin de semana
    Blanca de JUEGO DE SABORES

    RispondiElimina
  8. Io ho avuto meno fortuna con le mele, per cui quest'anno mi "toccano" quelle comprate. Impossibile non innamorarsi di questa torta... L'avevo adocchiata pure io quella di Aran, ma sai che la tua mi piace di più? Brava!
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie!! Sei un tesoro... un abbraccio Virginia!

      Elimina
  9. Nefis görünüyor. Ellerine sağlık.

    RispondiElimina
  10. Sei meravigliosa in ogni dettaglio, Michela. Anche io ho la fortuna di avere tante mele dell'orto di famiglia. Magari cedo a questo splendido connubio di sapori!! Poi con quella farina..... :D
    Splendido, brava
    P.S. Quella foto dello scorcio di paese è bellissima ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, certo, poi ti chiamo anche Michela..... siamo a posto, ahahahahahahah!!!!
      Oddio perdonami....

      Elimina
    2. Tranquilla!!! Per così poco :-) Un abbraccio

      Elimina
  11. Anche io sono per i trattamenti a zero!!quindi w le mele e w le torte buone e naturali come la tua!!!!baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una vera fortuna avere un padre così:-) Un abbraccio

      Elimina
  12. Ho fatto proprio la scorsa settimana il crumble, che per quanto sia buono, forse stanca più in fretta di una crostata, anche per la difficoltà di essere trasportato, o comunque è più un dolce da fine pasto che per la colazione o la merenda..la crostata crumble mi manca, e uno splendore anche esteticamente e immagino che sia deliziosa, con l'aggiunta di prugne e marmellata..
    E quelle meline, cosa non sono?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è vero, trovo pure io che il crumble sia più dolce da fine pasto e forse è anche più veloce. Tagli la frutta, copri con le briciole et voilà :-) Entrambi però sono deliziosi... Grazie infinite, un abbraccio!

      Elimina
  13. evviva l'inventiva , benissimo così! risultato goloso , un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  14. bellissime le foto e ottima la torta e che fortuna che hai ad avere le mele a km0!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
  15. Buona mi piace un sacco!! Sei fortunata ad avere così tante mele non trattate, sai cosa mangi. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello è che puoi evitare di togliere la buccia, mantieni il sapore e la consistenza... e le proprietà delle mele :-) Un abbraccio!

      Elimina
  16. Odore di legno, di genuinità, di autunno ancora mite, di voglia di coccolarsi con foto e cibo...
    Hai trasmesso una bella sensazione di calore casalingo e intimo, sai...

    RispondiElimina
  17. Io invece ho ancora tantissime prugne! Bellissima idea! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica male eh! Mele o prugne sono sempre un bel bottino :-) Un abbraccio

      Elimina
  18. Ma il tuo papà è tremendamente bello?:) anche il mio,è un biondone baffuto che ancora fa strage di cuori...se solo mi sentisse mamma,ma è vero!Il tuo papà bello,ha fatto anche un raccolto eccezionale e la figliola ancor più bella ne ha fatto un dolcino strepitoso.I tuoi adattamenti sono solo magie...Un baciuzzo tesoro bello!
    bello bello tutto mbello ;)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu mi fai morire :-)))) Ma quanto bene ti voglio!!!! Un abbraccio Damiana cara!!!

      Elimina
  19. Questo post mi ha fatto pensare all'odore di umidità che si alza all'alba in mezzo al bosco in autunno. Profumo di legno, di erba bagnata, di mele e di frutta cotta. Odore di casa, di bello, e di pace.

    RispondiElimina
  20. ...i dolci con le mele sono tutti buoni, io li adoro. Impasti morbidi, croccanti crostate. Da poco ne ho pubblicata una anche io, carica di mele.
    e ora...la visione di questa tua, così ricca di frutta, di contrasti di consistenze, di sapori e profumi...oh, mi verrebbe voglia di correre a casa e rifarla subito!

    magari, come te, con qualche improvvisazione sulla ricetta... varianti non per presunzione ma perchè è normale e piacevole personalizzare i nostri dolci!
    il tuo è favoloso, e parla di te.

    ciao! (bellissime foto come sempre)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleonora grazie, davvero... un abbraccio!

      Elimina
  21. Meravigliosa!!! Cosa darei per una fetta.....
    Foto stupende
    Un abbraccio
    Lemapi

    RispondiElimina
  22. pare di sentire il profumo fino a qui! che buona!

    RispondiElimina
  23. Wow che meraviglia questa crostata! Molto golosa l'idea del crumble, da rifare, anche in chiave vegan, grazie per l'idea! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella l'idea della versione vegana! Un abbraccio!

      Elimina
  24. è proprio bella, bella, bellissima! e immagino il gusto, con quel crumble sopra... !

    RispondiElimina