venerdì 3 marzo 2017

Torta di Castagne e Amaranto con Nocciole e Topinambur

Sembra davvero di essere tornata alle vecchie e care abitudini, salutarvi augurandovi un buon fine settimana con un dolce, di quelli però un bel pò strani :-) Dovete perciò sapere che ho un forte debole per i topinambur - mi piacciono più o meno da una vita - e aspetto con entusiasmo la loro comparsa sui banchi del mercato - del giovedì soprattutto - per portare in tavola zuppe, vellutate e creme, un giorno si e l'altro pure - l'ho detto che li adoro? :-) - Vado avanti con questi piatti finché non finiscono e torno a riacquistarli. Tutta la storia fino alla settimana scorsa, quando dopo un pò mi sono resa conto che in effetti avrei potuto farli finire nell'impasto di un dolce, grattugiandoli dopo averli pelati in una mandolina a fori medi, proprio come per le carote, e abbinandoli infine soltanto ad un paio di ingredienti. Risultato? Strepitoso! E' abbastanza simile ad una torta di nocciole ma con un sapore decisamente maggiore, molto più soffice e umida, ehm e poi... inutile aggiungere altro. Provatela!
  






Torta di Castagne e Amaranto con Nocciole e Topinambur

Ingredienti per 6 persone

100 g di farina di castagne
100 g di farina di amaranto integrale
2 uova fresche biologiche
100 g di nocciole tostate
130 g di zucchero di canna chiaro, più 1 cucchiaio
50 g di cacao amaro in polvere
150 ml di latte di nocciole
70 ml di olio di girasole
220 g di topinambur puliti
1 arancia non trattata
2 cucchiai di rum
16 g di lievito per dolci
Sale

         Scaldate il forno a 180°. Rivestite con un foglio di carta da forno una tortiera del diametro di 24 cm. Tritate finemente le nocciole con un cucchiaio di zucchero in un mixer, azionandolo ad intermittenza, e mettete da parte.
         Lavorate in una ciotola capiente le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e gonfio, poi versate a filo l’olio e aggiungete un pizzico di sale, le nocciole tritate finemente, il cacao, il rum, la buccia grattugiata dell'arancia e i topinambur grattugiati in una mandolina a fori medi.
         Setacciate direttamente sul composto la farina di amaranto e la farina di castagne con il lievito alternando con il latte di nocciole, amalgamate gli ingredienti e versate l'impasto all’interno dello stampo. Infornate per circa 30/35 minuti. Sfornate e fate raffreddare completamente il dolce prima di affettare e servire.



UN ABBRACCIO!!!

20 commenti:

  1. Come non venire subito a salutare quel bel musino felino che spunta... :-) E ovviamente è un piacere anche ritrovare te, perchè alcune persone restano un punto fermo e la stima nel tempo è immutata! E sai che per te la ho... e se mi metti anche foto di gatti romantici in finestra che contemplano fiori... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh ma di musini ne ho altri :-) Li incontro quasi sempre per caso e ogni volta non resisto a non scattare foto, sono assolutamente adorabili! Francesca ti ringrazio, per tutto sai! Un abbraccio grande

      Elimina
  2. Mi mancavano le tue foto piene di luce e di gatti ;-) Sai che ho scoperto anch'io da pochissimo il topinambur e me ne sono innamorata follemente? Fin'ora l'ho sempre cucinato in veste salata, ma questa tortina mi intriga non poco...e casca proprio a fagiolo perché devo assolutamente consumare un rimasuglio della farina di amaranto, comprata su istigazione tua e del tuo favoloso libro! Buona giornata e a presto :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem. Ho sempre usato i topinambur per ricette salate, invece sono perfetti anche per ricette dolci, e si abbinano benissimo alle nocciole! Insomma una vera e propria scoperta :-)Grazie Elisabetta, un abbraccio

      Elimina
  3. bellissimi i tuoi amici pelosi e interessante il tuo dolce, appena vado al super faccio scorta di topinambur, l'amaranto è già in dispensa da un pò quindi è l'occasione giusta per provare...! ciao un miao dal mio pelosino Oscar !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima idea quella di fare scorta di topinambur, penso che la farò presto anch'io! Un abbraccio

      Elimina
  4. Ma che bel gattino, è molto simile al mio Romeo!!!! Adoro i topinambur hanno un sapore così delicato che immagino stiano alla perfezione con queste farine meravigliose!!!! Sei sempre una scoperta per me, una meravigliosa scoperta!!! Buona serata cara :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti i topinambur si abbinano bene alle nocciole ma stanno una meraviglia anche insieme a farine come quella di amaranto che, guarda il caso, richiama vagamente un sapore "nocciolato". Grazie Ely, un abbraccio a te a Romeo!

      Elimina
  5. Molto particolare davvero questo dolce! Anche io amo moltissimo i topinambur, non avrei mai pensato di metterli in un dolce... ma una domanda: che cos'è la farina di amaranto? Comunque il tuo micio è di una dolcezza meravigliosa, lascio una coccola per lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia è una farina senza glutine e si ottine dalla macinazione di un chicco molto piccolo di origine antiche che, tra l'altro, con il calore "scoppietta" come il mais e diventa soffiato. Il colore è abbastanza simile alla sabbia del mare. Troverai sia il chicco che la farina nei negozi di prodotti biologici. Un abbraccio!

      Elimina
  6. Mi intriga tantissimo questo mix di sapori...non sai che darei x assaggiare quella fetta in foto 😋

    RispondiElimina
  7. Un dolce che mi intriga assai!!! I topinambur in versione dolcetto mai avrei pensato! Sarei troppo curiosa di assaggiare.. l'aspetto promette benissimo!!! baci e buon sabato :-*
    ps: chi è quell'adorabile micino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova! Prova e fammi sapere... secondo me il mix di sapori ti piacerà. Un abbraccio e buona settimana

      Elimina
  8. Mooolto interessante questo abbinamento....ahimè io sonò intollerante ai topinambur, però una fetta di questo dolce mi fa così gola...
    Buon fine settimana cara, un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh che peccato, mi dispiace! Ti abbraccio Simo

      Elimina
  9. In casa mi considerano la donna degli abbinamenti folli ma tu mi hai di gran lunga superata. Il topinambur in una torta non ce lo avrei mai messo se non avessi visto questo post. Fantastico, mi hai aperto un mondo di sperimentazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ihihih grazie, per me è un gran complimento! Spesso gli abbinamenti più impensabili, o magari folli, sono vincenti e questo mi piace proprio tanto, soprattutto quando si osserva l'espressione di sorpresa di chi assaggia :-) Un abbraccio grande!

      Elimina
  10. Scusami ma quel peloso è troppo meraviglioso!!!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusarti... e di cosa? Grazie Mila, un abbraccio!

      Elimina