mercoledì 31 dicembre 2014

Cinnamon Rolls

Dunque, ci siamo. Nonostante le previsioni, ho scritto l'ultima ricetta per l'ultimo post dell'ultimo giorno dell'anno - visto la connessione a singhiozzo credevo davvero di non riuscirci -, e non poteva che trattarsi di un bel dolce, di quelli che piacciono a me: semplice, terribilmente delizioso e nemmeno troppo impegnativo. Qua sembrerebbe che l'ossessione del momento sia "fare i lievitati", ecco, l'ho detto :-) Fino a qualche tempo fa li avrei tenuti cordialmente a distanza, dopo il libro invece li preferisco a qualsiasi altra cosa! Sono ogni volta una gran bella sfida. Si prova con una farina e poi con un'altra e un'altra ancora fino a trovare l'abbinamento migliore tra gli ingredienti scelti. Un lavoraccio? Non direi, anzi! Si impara a conoscere il potenziale di ciascuna, hanno un proprio carattere e trovo sia davvero una cosa fantastica. Ciò detto, questa ricetta non ha bisogno di nessuna presentazione, sono sicura, avrete già provato i Cinnamon rolls o li avrete già ammirati in altri blog. In realtà li vedo bene anche tra le ricette e dolci di Natale. Sono delle piccole brioches alla cannella molto soffici e profumate, diffuse soprattutto nel Nord Europa. Personalmente le trovo irresistibili, così tanto che le ho rifatte innumerevoli volte negli ultimi giorni, usando anche dell'altro rispetto alla versione originale - tipo che io ho aggiunto lo zenzero alla cannella, l'uvetta, del brandy, un'arancia e del miele - e, che vi devo dì, in entrambi i casi sono ottime per la colazione e non solo... credo sia ora di salutarvi, si è fatto tardi al solito, ma prima di andare vi auguro un meraviglioso anno nuovo, spero possa portarvi solo cose belle... buon 2015!  

Cinnamon rolls

Cinnamon rolls Vario
Cinnamon rolls
Vario
Cinnamon rolls
Cinnamon Rolls 
Ingredienti per 12 persone

Impasto iniziale

75 gr. di farina di kamut
75 gr. di latte a temperatura ambiente
12 gr. di lievito di birra

Impasto

260 gr. di farina di kamut
125 gr. di latte a temperatura ambiente
1 uovo intero
1 arancia non trattata
2 cucchiai di miele d'acacia
50 gr. di burro morbido
5 gr. di sale

Farcitura

100 gr. di burro morbido
100 gr. d zucchero integrale di canna
2 cucchiai di brandy
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
100 gr. di uvetta
Sale

1 tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio di latte per spennellare
Zucchero a velo per la glassa

In una ciotola capiente, stemperate il lievito di birra con 75 grammi di latte a temperatura ambiente, poi aggiungete 75 grammi di farina di kamut setacciata e mescolate velocemente senza impastare gli ingredienti. Sigillate la ciotola con la pellicola trasparente e fate lievitare in un luogo caldo per un'ora.
Unite all'impasto iniziale circa tre quarti della farina rimanente e 125 grammi di latte, quindi iniziate ad impastare. Sistemate la ciotola nell'impastatore oppure, se non l'avete, rovesciate sulla spianatoia. Avviate a velocità bassa per far assorbire la farina, poi aumentate di poco. Unite l'uovo intero leggermente sbattuto, due cucchiai di farina, il miele e altri due cucchiai di farina. Lasciate lavorare l'impastatrice finché non avrete un impasto ben legato. In ultimo, aggiungete il sale, il burro tagliato a piccoli dadini e la buccia grattugiata dell'arancia. Rovesciate sulla spianatoia infarinata e formate un panetto. Rimettete l’impasto nella ciotola spennellata con un pò d'olio e sigillate i bordi con la pellicola trasparente. Fate lievitare fino a farlo raddoppiare di volume in un luogo caldo e lontano da correnti d'aria. Nel frattempo, fate rinvenire l’uvetta sultanina mettendola in una tazza a bagno con dell'acqua.
Preparate il ripieno. In una ciotola lavorate a crema il burro morbido, aggiungete le spezie, un pizzico di sale, il liquore e tenete da parte. Imburrate e infarinate una pirofila rettangolare da forno. Trasferite l'impasto lievitato su un foglio di carta da forno leggermente infarinato, sgonfiatelo leggermente e stendetelo con un matterello in un rettangolo di circa 60x40 centimetri. Spennellate la superficie con la farcia e distribuite prima lo zucchero integrale di canna e poi l'uvetta sultanina. Aiutandovi con la carta da forno, arrotolate delicatamente la pasta partendo dal lato più lungo. Sigillate bene i bordi e con un coltello affilato tagliatelo in 12 pezzi di uguale spessore. Distribuite i rotoli di pasta nella pirofila distanziandoli di alcuni centimetri tra loro. Coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio di volume.
Scaldate il forno a 180° e inserite all’interno, nella parte bassa del forno, un pentolino con dell'acqua. Spennellate molto delicatamente la superficie con il tuorlo d'uovo, sbattuto con un cucchiaio di latte. Quando il forno ha raggiunto la temperatura, togliete il pentolino con l’acqua, e infornate per circa 30/35 minuti. Nel mentre, mettete lo zucchero a velo in una ciotolina, unite uno o due cucchiaini di acqua, quindi mescolate rapidamente fino a ottenere una crema non troppo densa e non troppo fluida. Sfornate e fate raffreddare leggermente su una griglia prima di cospargere il dolce con la glassa e servire.

Pirofila da forno Le Creuset <3

UN ABBRACCIO!!!

26 commenti:

  1. Queste dolci.. soffici e golose girelle io le adoro!!!!! tantissimi auguri affinchè sia un meraviglioso 2015!!!! bacioni

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Grazie! Buon anno nuovo Gabila, un abbraccio grande!!

      Elimina
  3. Carissima, come regalo per il nuovo anno mi sono presa il tuo libro...è un incanto, l'ho adorato subito al primo sguardo.
    Ti abbraccio forte...complimenti davvero!
    Che il 2015 sia pieno di belle cose, salute e serenità in primis....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti abbraccio forte anch'io!!! Grazie Simo

      Elimina
  4. Ho il tuo libro.regalo della figlia.stupendo !Oggi ho anche aperto il tuo blog per la prima volta! Inizia bene.benissimo il 2015!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenza tu mi fai felice così, grazie ;) Un grazie anche a tua figlia! A presto!

      Elimina
  5. ciao Marianna
    tanti tanti auguri per il 2015
    in bocca al lupo per tutto.
    A presto!
    b

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo Barbara cara!! Un abbraccio grande

      Elimina
  6. E che libro! Abbiamo già provato il meraviglioso pane alla banana con farina d'avena e nocciole: rustico e buonissimo.
    Belli i tuoi cinnamon rolls e tanti tanti auguri per un 2015 ancora più sorprendente e fortunato di quello appena passato. Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si!! E' bellissimo sapere che vi è piaciuto!! Grazie, un abbraccio grande a voi

      Elimina
  7. complim enti per il libro,le foto,le ricette e le parole con cui accompagni le tue preparazioni,buon anno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola! Un abbraccio e buon anno!

      Elimina
  8. Tanti auguri per il nuovo anno!
    I cinnamon rolls sono un ottimo modo per cominciarlo e la tua versione mi piace tanto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Giocare con le farine, con i lievitati.. adoro tutto questo così come adoro i cinnamon rolls :)

    Auguri carissima, che sia un anno pieno di gioia e cose meravigliose! Un abbraccio forte! :**

    RispondiElimina
  10. quando inizi coi lievitati (e ti riescono) non puoi più smettere... e questi rolls sembrano fantastici!
    Buon anno, un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohh grazie!!! Io coi lievitati faccio sempre a botte, nel senso che a causa del pan brioche ora non so mai se il risultato è un buon risultato ecco... grazie per avermelo detto! Un abbraccio

      Elimina
  11. Pensa che fino a qualche tempo fa non mi piacevano e adesso bisognerebbe togliermeli dal piatto ehheeh Bellissimi! Ti auguro un fantastico 2015!!! :-) Baci!

    RispondiElimina
  12. Ma sai che non ho mai fatto questi soffici dolcetti ...bè copio la ricetta e ho un nuovo anno per rimediare!
    baci e ancora buon anno
    Alice

    RispondiElimina
  13. Il tempo nuovo che voglio avere è anche per loro... i lievitati! Li adoro e ne faccio troppo pochi...
    Tu hai scelto una delle mie ricette preferite di sempre e le affinità non nascono a caso... si nascondono anche tra le pieghe burrose e la cannella! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà una coincidenza ma lo dico spesso anch'io... "li adoro e ne faccio troppo pochi"... Un abbraccio Francesca!

      Elimina