venerdì 13 febbraio 2015

Crocchette di Grano saraceno, Cavolo Nero e Caprino

La mia passione per il grano saraceno è nata soltanto di recente. Confesso che in passato l'ho spesso guardato con sospetto, un sapore e un carattere troppo deciso per i miei gusti, così tanto da sovrastare quello degli altri ingredienti e predominare su tutto. La svolta è stata quando ho abbinato la farina alla farina di kamut per dei muffins allo zenzero scoprendone l'enorme potenziale: non ha glutine ed è ricco di vitamine, amminoacidi essenziali, sali minerali come fosforo e magnesio. E così, dal mio primissimo abbinamento, ho iniziato ad utilizzarlo più spesso e in maggior quantità con dei risultati in termini di sapori e consistenze particolarmente entusiasmanti.

Crocchette di grano saraceno
Cavolo neroCrocchette di grano saraceno
Oltre alla farina, mi piace cucinare anche i chicchi - piccoli e triangolari - che sciacquo accuratamente sotto acqua corrente prima di tostarli leggermente per singolari insalate o insolite crocchette, dove il condimento e gli ingredienti possono variare a seconda dell'ispirazione del momento. Ebbene si, la ricetta di oggi è nata per caso, unendo quello che ho trovato in casa, oltre a un pò per fortuna... il risultato è davvero un bel piatto, completo e saporito! 
 Crocchette di grano saraceno


Crocchette di Grano saraceno, Cavolo Nero e Caprino 
Ingredienti per 2 persone

100 gr. di grano saraceno
100 gr. di cimette di cavolfiore
200 gr. di cavolo nero
1 spicchio d'aglio
100 gr. di caprino
Olio extravergine d'oliva
1 uovo intero bio
Pangrattato
Sale
Pepe

Mettete il grano saraceno, 250 grammi di acqua e un pizzico di sale in una pentola. Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e fate cuocere finché l'acqua è assorbita, poi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Mondate il cavolo nero eliminando i gambi più duri, lavatelo e cuocetelo in acqua bollente salata, quindi sgocciolatelo e tritatelo finemente. (se non avete il cavolo nero, sentitevi liberi di sostituirlo con la stessa quantità di spinaci).
Mettete il cavolfiore in un frullatore e frullatelo fino ad avere una consistenza simile al riso.
Scaldate l'olio in una padella con lo spicchio d'aglio schiacciato, unite il cavolo nero e le cimette di cavolfiore. Coprite e fate insaporire.
Mettete in una ciotola capiente il grano saraceno, le verdure e il caprino, quindi mescolate. Al momento di realizzare le crocchette prelevate con un cucchiaio una piccola porzione di composto, bagnatevi un pò le mani e con il palmo formate dei dischetti che appiattirete leggermente nella parte centrale. Passate ogni crocchetta nel pangrattato, quindi nell’uovo sbattuto e nuovamente nel pangrattato. Friggete in abbondante olio caldo, sgocciolate e servite.

UN ABBRACCIO!!!

13 commenti:

  1. Adoro il cavolo nero e le crocchette in qualsiasi maniera vengano fatte pertanto credo che questo sia un piatto buonissimo!!
    Buona giornata,
    Tiziana

    RispondiElimina
  2. Trasformare in crocchetta ingredienti così sani, genuini e preziosi è una scelta vincente. Solo a guradare queste meraviglie mi viene da allungare un mano ^_^

    RispondiElimina
  3. Io ho cominciato ad utilizzarlo da pocchissimo. A dire la verità ne ho usato solo la farina fino a dora per fare il pane e delle torte. La sperimentazione del chicco ancora mi manca. Queste crocchette sono davvero invitanti

    RispondiElimina
  4. Ma sonosfiziosissime!!!Mi piace molto il cavolo nero e devo provarlo in queste preparazioni alternative alla classica minestra!! baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  5. Devono essere squisite! E poi tu hai la capacità di vestire di una luce stupenda tutte le tue ricette. Sei bravissima!

    RispondiElimina
  6. Per rimanere in tema di chicchi...hai sempre una chicca da offrirci. Ho una voglia matta di farli! Li adoro <3

    RispondiElimina
  7. Ho sperimentato l'abbinamento cavolo nero e caprino proprio di recente e ne sono rimasta ammaliata..non dubito minimamente che queste crocchette siano uno sballo, complimenti!

    RispondiElimina
  8. Quasi nello stesso momento abbiamo messo palline colorate nel piatto... me ne accorgo adesso e sorrido, perchè presto vedrai anche da me dei pois sui toni del verde che ho preparato una settimana fa! :-) E se ti dicessi che il cavolo nero è in frigo da ieri?!
    ps: ho trovato finalmente la farina di orzo che mi incuriosiva e ti ho pensata!

    RispondiElimina
  9. La farina di grano saraceno ci piace da matti, nelle torte rustiche ha sempre un suo perché :-) però i chicchi, a parte che germogliati e poi essiccati per una granola, non li abbiamo mai cotti e cucinati, un po' intimorite da come poterlo accostare (lo facciamo germogliare e poi ci spaventiamo a cuocerlo, vedi un po'...!). sarà forse questo il nostro primo approccio? :-)

    RispondiElimina
  10. Strepitose, queste le faccio sicuramente! Dovrò omettere il caprino ma sono sicura che saranno buonissime ugualmente. Anzi,mi è venuto in mente che col cavolo nero dovrebbe starci benissimo la blurisella (il finto gorgonzola di riso;D) ^_^
    Davvero carine!

    RispondiElimina
  11. Grazie e scusate l'assenza!! Sono felice che queste crocchette siano piaciute!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Me estoy convirtiendo en una adicta al trigo sarraceno y veo en tu blog maravillas con este ingrediente!!

    RispondiElimina